Evade e con una spranga devasta auto ex moglie: arrestato

Evade e con una spranga devasta auto ex moglie: arrestato
Per saperne di più:
AgrigentoOGGi.it INTERNO

Si è allontanato dalla sua abitazione di Porto Empedocle, dove era sottoposto agli arresti domiciliari, e dopo avere raggiunto il quartiere di Monserrato, “armato” di una spranga di ferro, ha devastato l’autovettura utilizzata dell’ex moglie.

Si tratta di un cinquantenne residente a Porto Empedocle, che deve rispondere di evasione dai domiciliari, e danneggiamento aggravato.

Il cinquantenne a quel punto è scappato per le vicine campagne, credendo di riuscire a far perdere le proprie tracce

Sono stati i residenti del quartiere agrigentino alla vista di quell’uomo con un bastione in mano a dare l’allarme al 112. (AgrigentoOGGi.it)

La notizia riportata su altri giornali

Nonostante fosse ristretto agli arresti domiciliari si è allontanato arbitrariamente dalla propria residenza, e dopo avere raggiunto l’abitazione dell’ex moglie, “armato” di spranga, ha danneggiato la vettura della donna. (SICILIA TV NOTIZIARIO)

Il 39enne, nonostante la misura cautelare degli arresti domiciliari a cui era sottoposto per detenzione di droga, era in casa della donna: era evaso e stava minacciando la 40enne. I Carabinieri della stazione di Pomigliano d'Arco hanno arrestato per evasione e maltrattamenti in famiglia un pregiudicato di 39 anni. (Quotidiano.net)

Ma lui, invece di attenersi alle prescrizioni e impegnarsi nei lavori socialmente utili, approfittava delle ore all’aperto trascorrendo il tempo a consumare stupefacenti. Al giovane, gravato da diversi precedenti di polizia, erano stati concessi gli arresti domiciliari a condizione che svolgesse attività lavorativa e seguisse un programma terapeutico riabilitativo. (TriestePrima)

"Meglio il carcere che mia suocera" e così aggredisce i carabinieri

Oggi i Carabinieri della Stazione di Castellammare di Stabia, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta di questa Procura della Repubblica, hanno tratto in arresto un dipendente del Comune già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per avere indebitamente indotto nel 2019, quale dipendente dell'Ufficio Tecnico del Comune di Castellammare di Stabia, due persone a corrispondergli indebitamente rispettivamente la somma di denaro di 10.000 euro ed altri vantaggi nonché la somma di denaro di 4.000 euro, per consentire agli stessi di ultimare le opere abusive edilizie dai medesimi commissionate in Castellammare di Stabia. (NapoliToday)

Il responsabile si sarebbe giustificato con i Carabinieri dicendo di essersi allontanato per cercare il suo gatto che era scappato dall’abitazione. L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione (AMnotizie.it)

Quando poi è stato rintracciato, era sicuro: “Adesso mi portate in carcere vero?”. In attesa di essere giudicato per direttissima, passerà il tempo che lo separa dalla sentenza in carcere, come sperato (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr