Covid, due medici positivi a variante Delta all'hub di Palermo

Covid, due medici positivi a variante Delta all'hub di Palermo
La Repubblica SALUTE

La conferma è arrivata oggi attraverso Renato Costa, commissario straordinario dell'ufficio emergenza Covid di Palermo: "Si tratta - spiega - di due medici.

Stando a una rilevazione fatta dalla Fondazione Gimbe solo il 38,9% dei siciliani ha completato il ciclo (dose unica o doppia dose)

Un tam tam che aveva dipinto un situazione numericamente più allarmante.

Due medici del hub di Palermo alla Fiera del Mediterraneo sono risultati positivi alla variante Delta. (La Repubblica)

Ne parlano anche altri media

La situazione nel Lazio. "L'incidenza nel Lazio dei casi positivi ogni 100mila abitanti nella fascia di popolazione over 50 rappresenta meno del 5% ed è più bassa di almeno 10 volte l'incidenza complessiva -spiega in una nota l'Unità di crisi - Questo significa che il virus sta circolando soprattutto tra i giovani ed è indispensabile che si vaccinino, per due motivi: contribuire a ridurre la diffusione e raggiungere l'obiettivo dell'immunità di gregge che significa la messa in sicurezza dell'intera comunità". (Sky Tg24 )

Autorizzaci a leggere i tuoi dati di navigazione per attività di analisi e profilazione. Così la tua area personale sarà sempre più ricca di contenuti in linea con i tuoi interessi (Corriere TV)

Nel Lazio la variante Delta rappresenta già il 60% dei casi di contagio da Coronavirus e l’incidenza dei casi negli over 50 è di 10 volte inferiore i dati complessivi. Nel frattempo si stanno sequenziando il 100% dei casi positivi e la variante Delta ad oggi è superiore al 60%, «per questo – aggiunge l’Unità di crisi- è importante vaccinarsi e completare il ciclo vaccinale (Open)

Variante Delta Lazio, "è sopra il 60%"

«Non c’è da meravigliarsi, noi sappiamo due cose dall’inizio – sottolinea Luca Lorini, direttore del Dipartimento emergenza urgenza e area critica dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo –. I vaccini hanno un’efficacia dall’80 al 90% ed esiste nella migliore delle ipotesi una media del 15% di popolazione vaccinata che può contagiarsi. (L'Eco di Bergamo)

L'Unità di Crisi: "Nel Lazio si stanno sequenziando il 100% dei casi positivi e la variante Delta ad oggi è superiore al 60%". L'incidenza nel Lazio dei casi positivi ogni 100mila abitanti nella fascia di popolazione over 50 rappresenta meno del 5% ed è più bassa di almeno 10 volte l'incidenza complessiva. (RomaToday)

Questo significa che il virus sta circolando soprattutto tra i giovani ed è indispensabile che si vaccinino, per due motivi: contribuire a ridurre la diffusione e raggiungere l’obiettivo dell’immunità di gregge che significa la messa in sicurezza dell’intera comunità", sottolinea l'Unità di crisi della Regione aggiungendo: "Oggi arriviamo a 6,4 milioni di somministrazioni di vaccino e registriamo 0 decessi a testimonianza che la vaccinazione riduce le complicazioni" (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr