Verona: addio a nonno Toby, è morto il rinoceronte più vecchio del mondo

LaPresse ECONOMIA

Il Parco Natura Viva, che ha dato la notizia, ha voluto ricordarlo con un video pubblicato sui social realizzato lo scorso anno durante la una passeggiata mattutina di Toby verso il reparto in cui viveva insieme a ippopotami e nyala

E’ morto a 54 anni nonno Toby, il rinoceronte più anziano al Mondo a vivere in un parco zoologico.

Il suo cuore non ha retto alle prime avvisaglie dell’inverno.

“Sapevamo che sarebbe accaduto prima o poi – ha spiegato Cesare Avesani Zaborra, CEO del parco – ma salutare l’ultima ora del “gigante buono” che ha costruito con noi la storia dell’ultimo mezzo secolo, resta profondamente triste”. (LaPresse)

La notizia riportata su altri giornali

Il rinoceronte nonno Toby morto a 54 anni a Bussolengo, una seconda vita. Il rinoceronte nonno Toby morto a 54 anni a Bussolengo, il mercato illegale del corno. L’obiettivo è quello di far conoscere cosa avviene a migliaia di rinoceronti uccisi ogni anno per il mercato illegale del loro corno (Notizie.it )

Saranno anche i nyala e i 14 ippopotami nati e cresciuti alla sua ombra, che condividevano con lui l'unico reparto d'Europa in cui queste specie coesistevano. Era il più anziano esemplare al mondo a vivere in un parco zoologico e la propria sottospecie, quella dei rinoceronti bianchi meridionali, è l'unica a sopravvivere ancora in natura. (TgVerona)

Un vero gigante buono e paziente, “nonno” acquisito di nyala e ben 14 ippopotami nati al Parco, Toby aveva raggiunto i 54 anni di età ed era l’esemplare più anziano al Mondo. Così veniva chiamato affettuosamente il rinoceronte più anziano del mondo che viveva cattività, in Italia. (la VOCE del TRENTINO)

Il cuore di Toby non ha resistito all’arrivo del primo freddo; così all’età di 54 anni, il rinoceronte più anziano del mondo conclude il suo viaggio sulla terra. La seconda vita del rinoceronte Toby. Il Parco Natura Viva descrive Toby come un “nonno paziente“; il rinoceronte conviveva infatti con i nyala e i 14 ippopotami nati e cresciuti sotto la ‘sua ala’. (Velvet Pets)

Solo negli ultimi 10 anni infatti, sono stati 9.885 gli esemplari uccisi per prelevarne il corno e immetterlo sul mercato nero internazionale. Saranno anche i nyala e i 14 ippopotami nati e cresciuti alla sua ombra, che condividevano con lui l’unico reparto d’Europa in cui queste specie coesistevano. (Verona News)

Solo negli ultimi 10, infatti, sono stati 9.885 gli esemplari uccisi per prelevarne il corno e immetterlo sul mercato nero internazionale. (TGR – Rai)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr