Stati Uniti, gli esperti si dividono sulla terza dose di vaccino: "Serve solo agli over 65", "No, a tutti".

la Repubblica ECONOMIA

L'amministrazione infatti spinge da tempo sulla terza dose per tutti gli americani, attirandosi non poche critiche dal resto del mondo dove, in particolare nei paesi poveri, non ci sono a disposizione nemmeno le prime dosi per avviare una campagna di vaccinazione di massa.

Insomma il confronto e il dibattito restano aperti creando confusione fra il pubblico, sempre più disorientato fra messaggi che sembrano contrastanti

Fra mercoledì o giovedì sono attese anche le indicazioni del comitato di esperti del Cdc su se e a chi somministrare la terza dose, prima che la massima autorità sanitaria americana prenda la sua posizione ufficiale. (la Repubblica)

Su altri giornali

Ma nonostante le prestazioni scadenti del suo siero, Pfizer BioNTech si è assicurata contratti per 2,1 trilioni di dosi in tutto il mondo entro luglio 2021, con potenziali 3 trilioni di dosi entro la fine dell'anno. (Sputnik Italia)

Un brutto colpo per l’amministrazione Biden, ma anche per i governi che hanno lanciato o stanno avviando campagne per la terza dose perché le raccomandazioni americane semineranno dubbi e perplessità. Ora la decisione finale, la prossima settimana, spetta alla Fda, che generalmente segue le raccomandazione dei propri esperti indipendenti. (L'Arena)

Il suggerimento degli scienziati alla Fda, che dovrà infine decidere sulle modalità del richiamo, è di riservarlo solo agli over 65, oltre che ai soggetti immunodepressi, categorie considerate ad alto rischio di contagio e di malattia. (Open)

Giulia Lucenti aveva deciso di sottoporsi al vaccino come tanti suoi coetanei, ma qualcosa è andato storto in quel terribile 9 settembre. Così come riportato in un’intervista alla madre di Giulia Lucenti per il sito de Il Resto del Carlino, Giulia era favorevole alla vaccinazione. (Napoli.zon)

Il rischio di miocarditi. Intorno al tavolo sedevano membri dell’Fda Vaccines and Related Biological Products Advisory Committee, delegati del Centers for Disease Control and Prevention (CDC), funzionari del ministero della Salute israeliano, esperti di vaccini e rappresentanti della stessa Pfizer. (Nicola Porro)

Una simile decisione, però, determinerebbe un conflitto esplicito tra la comunità scientifica, che si è espressa con il voto, e le istituzioni favorevoli al 'booster shot program' Terza dose per tutti i cittadini statunitensi? (L'AntiDiplomatico)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr