Giornata della salute mentale: dal Covid boom di depressione e ansia, specie tra i bambini

Tecnica della Scuola SALUTE

La rivista scientifica Lancet, in occasione della Giornata Mondiale per la Salute Mentale, pubblica le prime stime mondiali, ovvero 53 milioni di casi in più di depressione maggiore e 76 milioni di casi in più di disturbi d’ansia nel 2020 derivanti dalla pandemia.

La pandemia ha colpito violentemente la popolazione mondiale, lasciando evidenti tracce anche nella salute mentale delle persone e ampliando disagi psichici come depressione, ansia e autolesionismo non risparmiando i giovani e i bambini. (Tecnica della Scuola)

Se ne è parlato anche su altri giornali

A registrare i maggiori aumenti dei casi di disturbi mentali, sono proprio i paesi più colpiti dalla pandemia. Nel 2020, depressione grave e ansia sono aumentati rispettivamente del 28% e del 26%, le donne e i giovani sono stati i soggetti più colpiti. (EOS Sistemi avanzati scrl)

Anche prima del Covid-19, il disturbo depressivo e d’ansia erano le principali patologie mentali e colpivano milioni di uomini e donne di tutte le età in tutto il mondo. Nel 2020, depressione grave e ansia sono aumentati rispettivamente del 28% e del 26%, le donne e i giovani sono stati i soggetti più colpiti. (Calabria 7)

Il Sole 24 ORE si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l'ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti Non verranno peraltro pubblicati contributi in qualsiasi modo diffamatori, razzisti, ingiuriosi, osceni, lesivi della privacy di terzi e delle norme del diritto d'autore, messaggi commerciali o promozionali, propaganda politica. (Il Sole 24 ORE)

Quanto ai disturbi d’ansia, senza pandemia nel 2020 sarebbero stati 298 milioni di casi (3.825 per 100.000). (Corriere Quotidiano)

Il fenomeno è stato ampiamente descritto in tanti modi: nel 2020 c’è stato un aumento considerevole dei casi di depressione e ansia. Se non ci fosse stata la pandemia nel 2020 ci si sarebbero aspettati 193 milioni di casi di disturbo depressivo maggiore nel mondo. (HealthDesk)

Marie Dahl, responsabile dell’Unità di salute mentale “Save the Children“, esterna tutta la sua preoccupazione per questi dati: “Stiamo vivendo una crisi globale di salute mentale e i suoi effetti potrebbero essere catastrofici per alcuni bambini. (Fidelity News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr