Covid. Razza: “Seconde dosi con Pfizer e Moderna per chi ha ricevuto la prima dose di vaccino Astrazeneca ed ha meno di 60 anni”.

il Fatto Nisseno SALUTE

(Fonte Ansa)

“Alla luce della circolare ministeriale trasmessa alle Regioni, in Sicilia l’iniziativa “Open Day”, che si aggiunge alla normale programmazione vaccinale, è riservata alla popolazione di età pari o superiore a 60 anni”.

Lo ha reso noto l’assessore regionale alla salute Ruggero Razza che ha aggiunto: “A coloro che hanno un’età inferiore ai 60 anni e hanno già ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca, secondo le disposizioni nazionali previgenti, saranno garantite le seconde dosi con sieri Pfizer o Moderna, a partire da domani”. (il Fatto Nisseno)

Ne parlano anche altre fonti

Lo sostengono a gran voce i familiari della 24enne di Mendicino morta il 9 giugno scorso a causa di una embolia polmonare. A parlare a nome della famiglia, è la zia della giovane che, seppur provato dall’enorme dolore, non […]Read More (Soveratiamo.com)

Alla luce della circolare ministeriale trasmessa alle Regioni, in Sicilia l’iniziativa “Open Day”, che si aggiunge alla normale programmazione vaccinale, è riservata alla popolazione di età pari o superiore a 60’anni. (Scrivo Libero)

Stop alla somministrazione di Astrazeneca per gli under 60. In una nota Regione Lombardia precisa inoltre che per i 12/17enni già oggi viene usato solo Pfizer; per i 18/49 anni Pfizer o Moderna; per i 50/59enni Pfizer, Moderna o Johnson & Johnson; per gli over 60 Astrazeneca o J&J; per i fragili Pfizer o Moderna. (MBnews)

Parla Danilo Pasotti, medico di famiglia e coordinatore del Nucleo cure primarie di Imola e Mordano. "Molti pazienti scelgono ancora di farsi vaccinare da noi anche contro il Covid perché conosciamo la loro storia clinica, ma vedo in questi giorni tornare in loro la paura per AstraZeneca". (il Resto del Carlino)

I cittadini under 60 anni riceveranno esclusivamente un vaccino a mrna (Pfizer-Bionthec o Moderna), anche coloro che avessero ricevuto la prima somministrazione di Astrazeneca. Ci scusiamo in anticipo per l’eventuale disagio ma tutte le nostre strutture stanno lavorando per garantire la qualità e la sicurezza del servizio” (Radio Colonna)

Il documento, a firma del direttore generale della Prevenzione Gianni Rezza, riporta che il vaccino Vaxzevria (Astrazeneca) venga “somministrato solo a persone di età uguale o superiore ai 60 anni (ciclo completo). (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr