Bolzano, esonda il rio Fleres: colata di fango sul fondovalle

Bolzano, esonda il rio Fleres: colata di fango sul fondovalle
Corriere della Sera INTERNO

Attualmente sono al lavoro numerose squadre dei vigili del fuoco volontari della zona, assieme ai colleghi del corpo permanente di Bolzano, per sgomberare il fango dalle case, dai cortili e dalle vie.

Precipitazioni da record Nel pomeriggio dovrebbe svolgersi un sopralluogo da parte del presidente della Provincia, Arno Kompatscher, assieme al sindaco di Brennero, Martin Alber.

In tutto l’Alto Adige sono stati finora condotti circa 200 interventi da parte di un migliaio di vigili del fuoco volontari e sono tuttora in corso. (Corriere della Sera)

Su altri giornali

La ss48 è ancora invasa da fango e detriti. Scopri la sezione dedicata alle mappe pluviometriche > > Qui (3bmeteo)

A Fontanazzo sono arrivati i Vigili del Fuoco di Trento assieme ai corpi volontari dei Vigili del Fuoco locali e ai geologi della Provincia: l'imponente masso che incombe sull'abitato sarà presto fatto brillare In seguito agli accertamenti, circa quaranta persone hanno potuto far ritorno nelle proprie case. (Trentino)

Circa 40 sfollati di Campitello di Fassa sono invece già rientrati nelle loro case. Attualmente i residenti di Vigo di Fassa e Muncion sfollati sono una ventina, mentre sono meno di un centinaio gli ospiti di due alberghi e di un residence lambiti dalle colate di fango accolti temporaneamente dalla Croce Rossa. (Ufficio Stampa)

Maltempo Alto Adige, la furia dell'acqua porta via alberi e detriti

Preoccupano le zone già colpite della val di Fassa. In Veneto il maltempo è già tornato a colpire, ma secondo Meteotrentino nelle prossime ore dei nuovi temporali si abbatteranno sul Trentino. I prossimi temporali però colpiranno anche altre zone del Trentino, proprio per questo rimane in vigore l’allerta gialla della protezione civile. (il Dolomiti)

Nella notte erano state ospitate negli spazi della palestra comunale di Pozza di Fassa 211 persone. In mattinata, nel corso di una riunione operativa coordinata dai dirigenti dei Servizi provinciali Prevenzione rischi e Cue, Stefanio Fait e del Servizio antincendi e protezione civile Ilenia Lazzeri, sono state individuate le soluzioni per la messa in sicurezza delle strutture evacuate (l'Adige)

L'esondazione di alcuni torrenti ha portato a valle molti alberi e piante che sono finiti insieme ad una colata di fango in mezzo alle strade. Chiusa per ore la Statale delle Dolomiti. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr