Misteriosa e gigantesca dolina appare nel nord del Cile, ecco foto e video

Misteriosa e gigantesca dolina appare nel nord del Cile, ecco foto e video
Ilmeteo.net ESTERI

SOCAVÓN!Durante la jornada de hoy, personal de las áreas de minería y geología de Dir.

Oggi abbiamo diversi specialisti del settore e stiamo mobilitando persone dal livello centrale”, ha affermato David Montenegro, direttore nazionale di Sernageomin

Atacama de @Sernageomin acudirán al lugar para continuar evaluando la situación y elevar nuevas recomendaciones.También contaremos con presencia de geomecánicos de Sub. (Ilmeteo.net)

Ne parlano anche altri giornali

. Non mancano di certo, nel software del colosso di Mountain View che mappa la Terra con foto satellitari, scatti di luoghi insoliti e singolari. (Sky Tg24 )

Cile, si apre un'enorme voragine nel deserto: le immagini dal drone. Attorno alla cavità, le forze di sicurezza hanno eretto un perimetro di sicurezza a circa 100 metri per tutelare la popolazione da altri possibili crolli. (La Stampa)

– Una voragine enorme, lunga 200 metri per 25 di diametro, senza fondo. Le autorità cilene hanno mandato una squadra di esperti con il compito di spiegare che cosa è successo. (Dire)

In Cile si è formata una voragine larga 32 metri in un distretto minerario del Paese

L'apertura di questa voragine – che ha interessato una proprietà agricola – non ha per fortuna creato danni a persone o a strutture, ma ha ovviamente creato preoccupazione tra coloro che abitano nelle vicinanze della miniera: il timore è che un evento del genere possa interessare, in futuro, un luogo abitato, con scuole, abitazioni ecc Da qualche giorno si è aperta una gigantesca voragine gigantesca in Cile, vicino alla città di Tierra Amarilla, nella regione di Atacama, presso la miniera di rame Minera Ojos del Salado. (Focus)

L'enorme buco con forma circolare ha un diametro di 25 metri e una profondità di circa 200 e si trova nel territorio della miniera sotterranea di Alcaparrosa, vicino a Tierra Amarilla, circa 665 chilometri a nord della capitale Santiago. (Corriere TV)

L'attività mineraria della zona potrebbe quindi essere il fattore scatenante, anche se al momento non ci sono dati certi e saranno necessari studi più approfonditi prima di confermare questa ipotesi (Geopop)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr