Fisco, via libera all'algoritmo anti evasione. Un software per incrociare conti, case e redditi a caccia dei furbetti

la Repubblica ECONOMIA

Fisco, via libera all'algoritmo anti evasione.

Un software per incrociare conti, case e redditi a caccia dei furbetti. Con il decreto firmato dal ministro Franco partirà il nuovo strumento in mano alle Entrate che permetterà di incrociare i dati in modo anonimo a caccia di eventuali anomalie

(la Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

Punto di partenza di tali attività è costituito dai dati presenti dell’Archivio dei rapporti finanziari, che costituisce il nucleo centrale più delicato e sensibile dell’intera Anagrafe tributaria. Che la privacy dovesse farsi da parte era già previsto nelle disposizioni contenute nella legge di Bilancio 2020 sopra richiamate. (Ipsoa)

Da tempo l'Agenzia dell'Entrate ha dichiarato guerra agli evasori e ora è pronta a dotarsi di un algoritmo per andare a caccia dei furbetti del Fisco. A presentare questo nuovo strumento di contrasto è stata la circolare 21/E emessa il 20 giugno scorso: vediamo come funziona. (La Stampa)

Ovviamente l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di finanza, in qualità di titolari del trattamento, trattano esclusivamente i dati personali indispensabili ed effettuano le operazioni di trattamento strettamente necessarie al raggiungimento delle finalità stesse. (Ipsoa)

Proprio l’interazione tra macchina e uomo è uno dei nodi di valutazione dello strumento, oltre a quello della garanzia della privacy. Dati, fatti e opinioni forti: le sfide della settimana per l’economia e i mercati in un mondo instabile. (Corriere della Sera)

Per tutelare i dati e le informazioni, solo il personale autorizzato avrà la possibilità di effettuare gli accessi, che andranno comunque sempre tracciati. Inoltre bisognerà capire quale sarà la soglia di scostamento che sarà fissata per far scattare l’alert: l’algoritmo è efficace se serve a scovare evasori totali o grandi evasori. (iLMeteo.it)

Secondo quesito. Da questo “abisso” di informazioni estrarrà nuova conoscenza che si spera riguardi l’identità di tutti, auspicabilmente proprio tutti, gli evasori ignoti al Fisco. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr