Rapina di Grinzane: Alessandro Modica "disponibile a collaborare" nell'interrogatorio di garanzia

Rapina di Grinzane: Alessandro Modica disponibile a collaborare nell'interrogatorio di garanzia
Approfondimenti:
TargatoCn.it INTERNO

Si è tenuto oggi (sabato 1° maggio) l'interrogatorio di garanzia in vista dell'udienza di convalida dell'arresto per Alessandro Modica, il 34enne facente parte della banda che nel tardo pomeriggio di mercoledì 28 aprile ha tentato di rapinare la gioielleria Roggero di Grinzane Cavour.

Verrà ancora sentito da Davide Greco, sostituto procuratore astigiano che coordina le indagini con il procuratore capo Alberto Perduca

L'avvocato Carla Montarolo ha sottolineato come il suo assistito si sia dimostrato assolutamente disponibile nei confronti dell'autorità: "E' in buone condizioni di salute e ha risposto a tutte le domande del sostituto procuratore. (TargatoCn.it)

La notizia riportata su altri media

Indagato per rapina in concorso, si è presentato con un proiettile nel ginocchio all’ospedale di Savigliano. È stato operato oggi, venerdì 30 aprile, mentre proseguono gli accertamenti della Procura di Asti per capire come abbia raggiunto il nosocomio, che dista a una quarantina di chilometri dal luogo della rapina (http://gazzettadalba.it/)

Alessandro Modica, albese di 34 anni, ieri, venerdì 30 aprile, è stato operato al ginocchio in seguito al ferimento durante la rapina dello scorso mercoledì alla gioielleria Roggero di Grinzane Cavour. (Cuneo24)

Ho impiegato diversi mesi a riprendermi, facevo incubi notturni e tutti i giorni quando uscivo di casa mi guardavo le spalle Insieme alla mamma, nel pomeriggio di mercoledì, Laura Roggero si trovava dietro al bancone de negozio quando due dei tre rapinatori si sono finti clienti. (Virgilio Notizie)

Tentata rapina nel Cuneese, il gioielliere spara ai banditi: due morti

Un flash, quello vissuto da Mario Roggero, che sicuramente avrà riportato alla mente il terrore, il senso di impotenza, l'impossibilità di proteggere i propri cari, vissuti molto tempo prima ma mai dimenticati. (ilGiornale.it)

Però vorrei dirlo chiaramente che se venissero da me a fare una rapina, vivi da qua non escono. Io voglio esprimere il mio disappunto nei confronti di questa politica che tutela le persone cattive, a discapito di chi lavora", continua Bessone. (TorinoToday)

Sei anni fa il gioielliere era stato selvaggiamente pestato, con prognosi di un mese, durante un'altra rapina. Sparatoria con due morti, questa sera, davanti a una gioielleria in frazione Gallo di Grinzane Cavour, nel Cuneese, vicino ad Alba. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr