Primo decreto legge a firma Draghi: divieto di spostamento tra Regioni fino al 27 marzo 2021

Primo decreto legge a firma Draghi: divieto di spostamento tra Regioni fino al 27 marzo 2021
Filodiritto INTERNO

In base alle Ordinanze del Ministro della Salute del 13 febbraio 2021 e del 20 febbraio 2021, le Regioni attualmente ricomprese nell’area gialla sono: Calabria, Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Valle d’Aosta e Veneto.

Nelle zone arancioni, per i Comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti, sono consentiti gli spostamenti anche verso Comuni diversi, purché entro i 30 chilometri dai confini. (Filodiritto)

Se ne è parlato anche su altri media

Di una politica però che decida, che rifugga dalle demagogie, dall'immagine fine a se stessa, dalle semplificazioni, dall'incompetenza, dalle derive pseudo-ideologiche. Elvio Beraldin. Padova. . Caro lettore,. (Il Gazzettino)

Draghi ha avuto l’eleganza di dire in Senato che il suo arrivo non significa il fallimento della politica. Dicevamo dell’interrogativo sulla durata del governo Draghi. (PPN - Prima Pagina News)

Magari invece del cobalto trova un filone d'oro, oppure un giacimento di diamanti. È quello che può accadere nella Repubblica democratica del Congo. (Yahoo Notizie)

Sondaggio: gli italiani e il governo Draghi

Lo prevedere il decreto Covid approvato dal Cdm in cui si “dispone la prosecuzione, fino al 27 marzo 2021, su tutto il territorio nazionale, del divieto di spostarsi tra diverse Regioni o Province autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute. (Avanti!)

Visite in casa, le nuove regole. Rispetto alle regole stabilite dal Governo Conte, il premier Mario Draghi, in accordo con il ministro della Salute Roberto Speranza ha stabilito che “Fino al 27 marzo 2021, nelle zone rosse, non sono consentiti gli spostamenti verso abitazioni private abitate diverse dalla propria, salvo che siano dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute”. (DiLei)

Anche la fiducia verso il nuovo governo Draghi è molto alta (65,2%). A nutrire più fiducia sono soprattutto l’elettorato PD (87%) e quello di Forza Italia+Lega (82%), mentre solo il 38% degli elettori M5S ha fiducia nel nuovo governo. (AgoraVox Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr