Operai morti con l'azoto all'Humanitas: quattro persone indagate

MilanoToday.it INTERNO

A provocare il decesso dei due uomini, entrambi operai della ditta Pè - incaricata dalla Sol Group spa di Monza -, una fuga di azoto liquido all'interno di un serbatoio che stavano ricaricando.

Le iscrizioni sono atti di garanzia per proseguire con le verifiche tecniche irripetibili e con l'autopsia nell'ambito delle indagini dei pubblici ministeri milanesi.

Ad accorrere sul posto, nel Campus Ricerca, sede distaccata dell'Humanitas di Rozzano, erano state ambulanze del 118, elisoccorso, vigili del fuoco e carabinieri di san Donato Milanese. (MilanoToday.it)

La notizia riportata su altri giornali

Le indagini. Si tratta di amministratori e legali rappresentanti delle due aziende coinvolte nell'inchiesta. Sul posto, oltre ai sanitari, erano giunti forze dell'ordine e rappresentanti della Procura di Milano per gli accertamenti e le prime ricostruzioni dell'accaduto (Prima Pavia)

Tra gli iscritti, da quanto si apprende, ci sono legali rappresentanti e amministratori delle aziende Sol e Autotrasporti Pe’ di Costa Volpino. (LiberoReporter)

Un uomo residente in provincia di Bergamo di 55 anni era uscito per un’escursione con un’altra persona ma è caduto e ha riportato la presunta frattura di una gamba. (mi-lorenteggio.com) VEZZA D’OGLIO (BS), 3 ottobre 2021 – Intervento nel tardo pomeriggio di ieri in Valgrande di Vezza d’Oglio, in Alta Valle Camonica. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Sul posto, oltre ai sanitari, erano giunti forze dell'ordine e rappresentanti della Procura di Milano per gli accertamenti e le prime ricostruzioni dell'accaduto Quattro persone, tra legali rappresentanti e amministratori delle aziende Sol Group spa, la ditta esterna, e Autotrasporti Pe' di Costa Volpino, l'impresa di cui i due erano dipendenti, sono state iscritte nel registro degli indagati. (Prima Bergamo)

Poi li si vede scendere un’ultima volta, probabilmente dopo aver mosso qualche valvola dell’impianto, senza più riuscire a risalire. Intanto ci sono i primi indagati per la tragica fine dei due addetti uccisi due giorni fa dalla fuoriuscita di azoto. (IL GIORNO)

Le iscrizioni, atti dovuti a garanzia, riguardano due legali rappresentanti e amministratori della ditta di autotrasporti, per la quale lavoravano i due operai, e due legali rappresentanti e amministratori della Sol, il gruppo che si occupava delle forniture di azoto per l'Humanitas. (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr