Booking.com: la Gdf accerta maxi evasione Iva di 153 milioni - 24+

Booking.com: la Gdf accerta maxi evasione Iva di 153 milioni - 24+
Altri dettagli:
Il Sole 24 ORE INTERNO

Le Fiamme Gialle di Genova hanno chiuso tre anni di indagini con la collaborazione della società in Italia. Le autorità giudiziarie dei Paesi Bassi hanno invece collaborato con difficoltà. Ora entrano in campo la Procura di Genova e l'Agenzia delle Entrate

(Il Sole 24 ORE)

Su altri giornali

"Non ha pagato l'Iva per 150 milioni di euro", Procura e Finanza di Genova contro Booking.com di Marco Lignana. L'indagine contro il gigante delle prenotazioni on line nata da accertamenti sugli affitti di case vacanze nel levante ligure: "imposte mai dichiarate dal 2013 al 2019" (La Repubblica)

finanzieri del comando provinciale di Genova, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura, contestano una maxi evasione fiscale da 150 milioni di euro a Booking, gigante del web con sede in Olanda leader delle prenotazioni turistiche online. (AGI - Agenzia Italia)

Booking avrebbe guadagnato dal 2013 al 2019 circa 700 milioni di euro su oltre 800 mila transazioni secondo gli investigatori, coordinati dal sostituto Giancarlo Vona e dall'aggiunto Francesco Pinto. Il noto sito di prenotazioni è accusato di aver evaso in Italia oltre 150 milioni di Iva. (Fanpage.it)

Booking accusata di aver evaso 153 milioni d'Iva in Italia

L'inchiesta è partita nel 2018 da una serie di accertamenti fiscali su gestori di Bed&Breakfast in particolare della zona del Levante ligure. Dall'esame dei documenti fiscali, dichiara la Guardia di Finanza, "è emerso come la società olandese era solita emettere fatture senza Iva applicando il meccanismo del c. (Telenord)

La Gdf di Genova spiega che le attività ispettive hanno portato a ricostruire un fatturato in Italia di circa 700 milioni di euro per 896.500 transazioni di clienti, importo sul quale la società avrebbe dovuto versare alle casse erariali oltre 153 milioni di euro di imposta. (LaPresse)

Il sito di prenotazioni Booking.com è accusato di avere evaso in Italia oltre 150 milioni di Iva. Secondo gli investigatori, coordinati dal sostituto Giancarlo Vona e dall’aggiunto Francesco Pinto, Booking avrebbe guadagnato dal 2013 al 2019 circa 700 milioni di euro su oltre 800 mila transazioni. (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr