Truffa clamorosa: 11 milioni di euro vendendo agli ospedali mascherine inutili

iLoveTrading ECONOMIA

Purtroppo 1,4 milioni di mascherine FFP2 sono state già vendute all’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma che poi le eroga alle varie strutture sanitarie della zona.

Infatti questa truffa è particolarmente ricca: vale ben 11 milioni di euro.

Milioni di guadagni illeciti. Il valore è davvero notevole e questo materiale che non aveva le dovute certificazioni era destinato addirittura alle strutture sanitarie pubbliche. (iLoveTrading)

Se ne è parlato anche su altri media

I truffatori inviano un ampio numero di email simili a quelle ufficiali di Amazon contattando molti utenti italiani. Una volta inserita la carta e convalidato la verifica di sicurezza, il sistema automatizzato svuota invece tutto il massimale disposizione. (LaVoceDiAsti.it)

La truffa riuscita è stata messa a segno, giovedì mattina, a Casei Gerola in via Carena nell’abitazione di una pensionata di 77anni. I truffatori si sono spacciati per tecnici dell’acquedotto e hanno spiegato che dovevano entrare perchè c’era un guasto alla rete idrica. (La Provincia Pavese)

Nella mail viene sostenuto che Amazon ha dimenticato di fare un rimborso per un prodotto mai spedito agli utenti, quindi viene indicato un link su cui cliccare che riporta ad un sito internet simile ad Amazon, ma nel quale viene richiesto di inserire tutti i dati della propria carta di credito per ‘ricevere il rimborso’. (Zoom24.it)

Prestate sempre la massima attenzione alle mail che arrivano anche da brand che sembrano familiari: le false mail sono sempre in agguato! Nella mail viene sostenuto che Amazon ha dimenticato di fare un rimborso per un prodotto mai spedito agli utenti. (VareseNoi.it)

Se doveste sospettare qualcosa e la vostra mail riguardasse Amazon in particolare potete inoltrarla per ulteriori verifiche a [email protected] Nella mail viene sostenuto che Amazon ha dimenticato di fare un rimborso per un prodotto mai spedito agli utenti. (Cronaca4)

L'allarme giunge dal Codacons, l'associazione dei consumatori che mette in guardia i cittadini dal non farsi truffare. Se doveste sospettare qualcosa e la vostra mail riguardasse Amazon in particolare potete inoltrarla per ulteriori verifiche a [email protected] (InformazioneOnline.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr