Superfinals: Le statistiche di Trento - Kedzierzyn Kozke 0-1

Superfinals: Le statistiche di Trento - Kedzierzyn Kozke 0-1
Volleyball.it SPORT

Di. VERONA – Le statistiche set per set di Trentino Itas – Kedzierzyn Kozke 1-3. Totale. 4° set Trentino Itas – Zaksa Kedzierzyn Kozke (26-28). 3° set Trentino Itas – Zaksa Kedzierzyn Kozke (25-20). 2° set Trentino Itas – Zaksa Kedzierzyn Kozke (22-25). 1° set Trentino Itas – Zaksa Kedzierzyn Kozke (22-25)

(Volleyball.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Proprio quest’ultimo è il club più titolato da quando la competizione ha preso il nome di Champions League con 6 trionfi, mentre il record assoluto di successi considerando anche l’era della Champions Cup appartiene ai russi del CSKA Mosca (13 vittorie tra il 1959 e il 1991). (Sportface.it)

Dopo la strepitosa vittoria di Conegliano (3-2 su Istanbul) con Egonu e compagne sul tetto d’Europa, la stessa impresa non riesce ai ragazzi di Lorenzetti sconfitti per 3-1 dai polacchi dello Zaksa capaci di eliminare i campioni di Civitanova nei quarti e il Kazan in semifinale. (Sky Sport)

Trascinata da Nimir e Lucarelli, Trento scatta bene (6-1) ma anche in questo caso la formazione di Grbic riprende facilmente quota (9-9) Nel terzo set Lorenzetti conferma Michieletto in campo al posto di Kooy, come aveva già fatto nella fase finale del precedente periodo. (trentinovolley.it)

VIDEO Trento-ZAKSA 1-3, Highlights Finale Champions League: i dolomitici cadono sul più bello

PRIMO SET – Subito Abdel-Aziz a segno, 2-1. PRIMO SET – Inizia la partita! rento-Kedzierzyn Kozle 1-3 (22-25, 22-25, 25-20, 26-28), finale Champions League 2021 volley: PUNTEGGIO in DIRETTA. by Michele Muzzarelli. (Sportface.it)

3-1 il punteggio del match, 25-22 25-22 20-25 28-26 i parziali dei set a favore dei polacchi che salgono per la prima volta sul tetto d’Europa e succedono nell’albo d’oro alla Lube, trionfatrice due anni fa, mentre per Trento sfuma la possibilità di tornarci a 10 anni dall’ultima delle tre Champions consecutive vinte dal 2009 al 2011, e sfuma anche il sogno di vedere due squadre italiane vincere il trofeo maschile e quello femminile in uno dei palazzetti di casa. (Virgilio Sport)

port nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. (OA Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr