Variante inglese in Puglia, Chironna: «Preoccupa la maggiore contagiosità»

Variante inglese in Puglia, Chironna: «Preoccupa la maggiore contagiosità»
MolfettaViva INTERNO

Quello che è emerso in questa seconda rilevazione, rispetto a quella fatta in precedenza il 4 e 5 febbraio, è un aumento della circolazione della variante inglese.

Ovviamente, il dato come detto può essere stato falsato dall'aver indagato alcuni focolai, però anche questo è un dato importante

La sintesi, però, è che c'è un netto aumento della circolazione della variante inglese.

Una Quick Survey richiesta dal Ministero della Salute e dall'Iss ha fatto emergere una presenza della variante inglese in Puglia nel 38,6% dei campioni esaminati. (MolfettaViva)

Ne parlano anche altre fonti

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 19.2.2021 è disponibile al link: https://rpu.gl/lbL5l I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. (BariToday)

Ancora un calo importante di attualmente positivi legato soprattutto all'alto numero dei guariti che si avvicinano a quota 100mila. Con queste cifre gli attualmente positivi (casi totali meno decessi e guariti) scendono a 35.729. (La Repubblica)

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.478.023 test. (StatoQuotidiano.it)

Diffusione Covid: la nostra intervista all'esperta

52.680 nella Provincia di Bari;. 14.943 nella Provincia di Bat;. 10.245 nella Provincia di Brindisi;. 28.419 nella Provincia di Foggia;. 11.743 nella Provincia di Lecce;. (BarlettaViva)

La Puglia e quindi anche Giovinazzo si confermano inanche nella prossima settimana, almeno finoIn serata è attesa l'ordinanza ufficiale del Ministro della Salute: gli unici cambiamenti previsti sono il passaggio in area arancione di Campania, Emilia-Romagna e Molise, oltre alla Provincia Autonoma di Bolzano e l'Umbria che hanno già predisposto la zona rossa in alcuni comuni. (GiovinazzoViva)

La variante inglese comincia a fare paura, e anche le altre varianti che stanno iniziando a diffondersi sul territorio italiano. Ovviamente, il dato come detto può essere stato falsato dall'aver indagato alcuni focolai, però anche questo è un dato importante. (GiovinazzoViva)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr