Tlc, AGCOM: industria italiana dei media si sta indebolendo, fenomeno preoccupante

ilmessaggero.it ECONOMIA

Lunedì 26 Luglio 2021, 13:30. (Teleborsa) - L'industria italiana dei media si sta indebolendo.

In Italia l'effetto più evidente, e più preoccupante, è quello dell'indebolimento dell'industria italiana dei media, il cui valore economico è in calo da oltre un decennio".

Nell'editoria quotidiana, l'Autorità ha censito 105 testate, per un valore complessivo di 1.103.826.466 copie (-13,4% rispetto al 2019). (ilmessaggero.it)

Su altri giornali

Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute. Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno. (Borsa Italiana)

“La crescita della domanda di informazione dovuta alla crisi pandemica non ha avuto effetto sui ricavi del settore media decisamente penalizzati dal calo della pubblicità. Lunedì 26 luglio 2021 - 11:52. (askanews)

La nuova organizzazione – Una sfida che Agcom inizia ad affrontare dandosi una nuova organizzazione interna. Gli strumenti per affrontare la sfida digitale – Per affrontare le sfide poste dal digitale, Lasorella ribadisce quanto aveva dichiarato in una intervista rilasciata ad Andrea Biondi del Sole 24Ore, ovvero che “il legislatore sta intervenendo” per dare ad Agcom gli strumenti necessari. (Informa)

”Nell’editoria quotidiana, l’Autorità ha censito 105 testate, per un valore complessivo di 1.103.826.466 copie (-13,4% rispetto al 2019) Lo ha detto il presidente Giacomo Lasorella nella relazione annuale al Parlamento. (Agenpress)

Infatti nel secondo trimestre 2020 solo il 17,6% degli italiani ha scelto in media di informarsi sui quotidiani. Una risposta importate a questi problemi è rappresentata dalla direttiva sui Servizi di Media Audiovisivi (c. (AGI - Agenzia Italia)

Lasorella (Agcom): "Ancora differenze significative nord-sud per diffusione banda larga". 26 luglio 2021. (Agenzia Vista) Roma, 26 luglio 2021 “Sussistono ancora differenze significative tra centro nord e centro sud. (http://www.corr.it/)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr