Istat, stima preliminare Pil, I trimestre 2021 -0,4% rispetto al precedente, -1,4% rispetto al 2020.

Istat, stima preliminare Pil, I trimestre 2021 -0,4% rispetto al precedente, -1,4% rispetto al 2020.
gazzettadimilano.it ECONOMIA

Il primo trimestre del 2021 ha avuto due giornate lavorative in meno rispetto al trimestre precedente e una giornata lavorativa in meno rispetto al primo trimestre del 2020.

La variazione acquisita per il 2021 è pari a +1,9%

Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un apporto negativo della componente estera netta.

La variazione congiunturale è la sintesi di un aumento del valore aggiunto sia nel comparto dell’agricoltura, silvicoltura e pesca, sia in quello dell’industria, mentre i servizi nel loro complesso hanno registrato una diminuzione. (gazzettadimilano.it)

Ne parlano anche altri media

Il primo trimestre del 2021 ha avuto due giornate lavorative in meno rispetto al trimestre precedente e una giornata lavorativa in meno rispetto al primo trimestre del 2020 Si riduce l’intensità del calo tendenziale del Pil che passa dal 6,6% del trimestre precedente all’1,4%. (QuiFinanza)

“Nel primo trimestre del 2021 l’economia italiana ha subito una nuova contrazione, di entità più contenuta rispetto a quella registrata nel quarto trimestre del 2020”, rileva l’Istat sottolineando che “il risultato risente, in particolare per il settore terziario, degli effetti economici delle misure adottate a contrasto dell’emergenza sanitaria. (LaPresse)

Senza voler essere troppo ottimisti, quel calo dello 0,4% subìto dal Pil nel primo trimestre (-1,4% in termini tendenziali) ha tutta l'aria di una vecchia foto ingiallita. Finora, spalleggiata dalle colombe dell'Eurotower, Christine Lagarde ha tenuto duro, ribadendo che le tensioni sui prezzi sono legate a fattori transitori (ilGiornale.it)

Istat: lieve calo del Pil nel primo trimestre

La variazione congiunturale è la sintesi di un aumento del valore aggiunto sia nel comparto dell’agricoltura, silvicoltura e pesca, sia in quello dell’industria, mentre i servizi nel loro complesso hanno registrato una diminuzione. (LaPresse)

Per Banca d'Italia, che stimava un pil stazionario nel primo trimestre, una crescita di oltre il 4% nel 2021 resta comunque plausibile. Nonostante il dato negativo, l’Istat ha sottolineato che era importante ridurre “l’intensità del calo tendenziale del pil, passato dal 6,6% del trimestre precedente all’1,4%”. (Milano Finanza)

Per sette giorni puoi navigare liberamente e sperimentare tutte le opportunità del sito. Se preferisci puoi anche acquistare i SiderCrediti un modo semplice e diretto per navigare tutto il sito quando ne hai bisogno. (Siderweb)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr