Veneto, terza dose: ecco come fare per anticiparla se la si è già prenotata

Veneto, terza dose: ecco come fare per anticiparla se la si è già prenotata
Corriere della Sera INTERNO

Coloro che l’avessero invece già ottenuto a sei mesi dalla seconda dose, possono cancellarlo e scegliere una nuova data indicata dal sistema con un mese di anticipo.

Ma si stanno mettendo a regime anche le Usl Scaligera, Marca trevigiana, Serenissima e Veneto Orientale.

È infatti il portale a calcolare esattamente i tempi dalla seconda dose e a proporre all’utente più opzioni tra date e orari, nell’ambito delle quali scegliere quelle più congeniali. (Corriere della Sera)

Su altri media

Su quali evidenze è basata la necessità della dose addizionale nelle persone con trapianto d’organo o con condizioni di immunosoppressione? Per chi è appropriato considerare una dose addizionale sin da subito? (Gazzetta del Sud)

Le Marche sono tra le prime regioni in Italia ad aver ridotto l’intervallo temporale, come indicato dagli esperti". Chi ha effettuato la prenotazione della terza dose con l’intervallo di sei mesi, per anticiparlo potrà cancellare la vecchia prenotazione e procedere ad una nuova attraverso la piattaforma "Poste". (Il Resto del Carlino)

di Redazione. 26 novembre 2021. ANCONA – Dal 1° dicembre 2021, via libera nelle Marche alla somministrazione della terza dose del ciclo vaccinale primario, anche ai soggetti di età pari o superiore a 18 anni (classe 2003 e precedenti), che abbiano effettuato la seconda dose (o il monodose Janssen) da almeno 5 mesi (150 giorni). (pu24.it)

Terza dose, non solo la convocazione tramite sms: si potrà prenotare anche nelle farmacie

Magari ne avessimo di nuovo bisogno, al momento non vedo una gran corsa a fare la terza dose. Le prenotazioni per la terza dose sono aperte come noto a tutti i cittadini dai 40 anni in su e per chi, a prescindere dall’età, sia stato vaccinato con Johnson & Johnson. (Corriere della Sera)

Nel testo "si raccomanda inoltre di garantire la priorità di accesso alla vaccinazione sia a tutti coloro che non hanno ancora iniziato o completato il ciclo vaccinale primario, sia ai soggetti ancora in attesa della dose addizionale (pazienti trapiantati e gravemente immunocompromessi) e ai più vulnerabili a forme gravi di Covid-19 per età o elevata fragilità, così come a quelli con livello elevato di esposizione all'infezione che non hanno ancora ricevuto la dose booster, e comunque a tutti i soggetti per i quali è prevista l’obbligatorietà della vaccinazione". (Yahoo Finanza)

Da lunedì 29 novembre non sarà più possibile l’accesso diretto ai punti vaccinali aziendali. L'Ausl Romagna ricorda che "indipendentemente dal vaccino utilizzato per il primo ciclo, per il richiamo saranno sempre utilizzati vaccini a m-Rna, cioè Moderna o Pfizer, a seconda della disponibilità" (CesenaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr