Exor saluta Piazza Affari: da 6 euro i titoli ne valgono ora 60

ClubAlfa.it ECONOMIA

Exor dice addio a Piazza Ferrari, dopo oltre un decennio ininterrotto di presenza nel mercato borsistico italiano. L’uscita di scena avviene a seguito di una trasformazione storica e un’infinità di operazioni che hanno ridefinito l’impero della famiglia Agnelli. Successivamente agli annunci effettuati nei mesi passati, la potenza industriale ha definito effettivo il delisting delle azioni ordinarie da Euronext Milan (ClubAlfa.it)

Su altre testate

La famiglia Agnelli-Elkann ha salutato la Borsa italiana, Piazza Affari, passando le sue quotazioni su Euronext Amsterdam, nei Paesi Bassi. La società ha comunicato che a partire dal 27 settembre è diventato effettivo il delisting delle azioni ordinarie da Euronext Milano. (FormulaPassion.it)

Stellantis Iveco Group (Finanza Repubblica)

Il cambio della sede di quotazione è stato annunciato a fine luglio e ha l'obiettivo di allinearla alla sua struttura legale di società di partecipazioni olandese. La negoziazione delle azioni ordinarie Exor rimane ora solo su Euronext Amsterdam, dove è quotata dallo scorso 12 agosto. (ilmessaggero.it)

A partire da domani, dunque, Exor sarà scambiata soltanto sul mercato olandese, dove il titolo ha oggi chiuso con un guadagno del 5,5%. Il 27 settembre, infatti, sarà efficace il delisting da Milano delle azioni della cassaforte che ha in portafoglio partecipazioni in Ferrari, Stellantis, Cnh Industrial e Iveco. (Milano Finanza)

Le azioni ordinarie saranno quotate soltanto a Euronext Amsterdam, dove la contrattazione dei titoli è partita il 12 agosto. Il debutto in Piazza Affari della società, nata dalla fusione di Ifi e Ifil, risale al 2 marzo 2009. (Il Fatto Quotidiano)

Lo fa dopo una trasformazione epocale e una valanga di operazioni che hanno ridisegnato l'impero della famiglia Agnelli. Dopo oltre un decennio Exor lascia Piazza Affari. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr