C'è «rischio di disordini» se Djokovic resta in Australia

C'è «rischio di disordini» se Djokovic resta in Australia
Approfondimenti:
Corriere del Ticino SPORT

È quanto si legge nella memoria presentata oggi in tribunale dal ministro dell’Immigrazione Alex Hawke per motivare la revoca del visto nei confronti del tennista serbo, come riportano i media internazionali

La presenza di Novak Djokovic in Australia «potrebbe rappresentare un rischio per la salute della comunità» e «portare ad un’impennata di disordini civili».

(Corriere del Ticino)

Se ne è parlato anche su altre testate

Novak siamo con te», così il presidente serbo Aleksandar Vučić in un video postato su Facebook. (Agenzia Vista) Roma, 15 gennaio 2022. «Se non volete che Novak vinca il decimo trofeo a Melbourne, perché non lo dite che è impossibile ottenere il visto per entrare nel vostro Paese? (Il Mattino)

Se non giocherà, gli Australian Open saranno grandi, con o senza di lui. Rafael Nadal punta a farsi strada, ma non deve sottovalutare un possibile terzo turno contro Karen Khachanov e un eventuale ottavo contro Hubert Hurkacz (OA Sport)

Ripeto: Djokovic aveva un diritto, ricevuto da un tribunale, e il governo glielo ha revocato", conclude Nargiso È andato sopra la decisione di un tribunale", spiega in una intervista a Repubblica. (Liberoquotidiano.it)

Cartellino arancione (Crivelli). Djokovic col fiato sospeso (Mastroluca). Murray, la scalata. “Sto tornando”(Viggiani). Djokovic espulso ma resiste (Rossi, Azzolini, Calabresi, Martucci). Bolelli-Fognini, l’Italia ha l’usato sicuro (Guerrini)

15 Gennaio 2022. L'ex campione azzurro va giù duro: "Basta prendere il mondo per i fondelli". Djokovic è talmente al di sopra delle regole che lui delle conseguenze delle sue azioni non si prende la responsabilità. (Sportal)

Nella notte italiana appena trascorsa è stata depositata la memoria difensiva da parte dei legali di Novak Djokovic di fronte alla Corte Federale, presieduta dal giudice David O’Callaghan ed ora il Ministro dell’Immigrazione avrà tempo fino al primo pomeriggio italiano per controbattere. (OA Sport)

Il Ministro degli Interni federale, Karen Andrews, ha chiarito: «Novak Djokovic non è detenuto. Tennis Australia, la federtennis nazionale che organizza l’Australian Open in programma dal 17 gennaio, non ci sta. (Ubi Tennis)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr