Francesca, che su TikTok spiega il rifiuto del lavoro a 280 euro, non è l'unica: sempre più dicono no

Fanpage.it INTERNO

Io dalle 5 di mattina alle 5 di pomeriggio prendo una miseria, 190 euro a settimana e non sono un ragazzino.».

Francesca, che su TikTok spiega il rifiuto del lavoro a 280 euro, non è l’unica: sempre più dicono no Basta leggere i commenti a corredo della sfuriata della 22enne napoletana che ha rifiutato una offerta di lavoro indecorosa per farsi un quadro di quanto sta accadendo da ormai anni a Napoli e non solo. (Fanpage.it)

Se ne è parlato anche su altri media

È la sintesi del video pubblicato su Tik-Tok da una giovane ragazza napoletana che sta spopolando sui social. Mi viene risposto che l'orario è dalle 9 alle 13,30. (ilmattino.it)

«Ho chiesto la paga - continua - anche se mi vergogno e mi viene risposto 70 euro a settimana, cioè 280 euro al mese. «Perdonami - la risposta di Francesca - io sono stata gentile, ma secondo te è normale per tutte queste ore 280 euro al mese?». (ilmattino.it)

Valentina Nappi manda Sgarbi al tappeto: "Non ha alcuna comprensione dell'arte". "Ho chiesto la paga - continua - anche se mi vergogno e mi viene risposto 70 euro, a settimana, cioè 280 euro al mese. (Yahoo Notizie)

Mi viene risposto 70 euro a settimana e io ho replicato che non mi interessava”, racconta la giovane nel video. Lavorare per 10 ore al giorno come commessa a soli 280 euro al mese. (QuiFinanza)

"Voi giovani non avete voglia di lavorare" le ha detto, provocando la risposta a tono della giovane che è diventato un video virale su TikTok. "Vedo che il mio video è diventato virale, non mi dà fastidio che venga pubblicato" precisa in un altro filmato. (Yahoo Notizie)

Ho visto che tante altre ragazze hanno fatto video analoghi al mio, spiegando che vengono pagate poco e che gli orari di lavoro sono pesanti "Voi giovani non avete voglia di lavorare" le ha detto, provocando la risposta a tono della giovane che è diventato un video virale su TikTok. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr