Moby Prince, 30 anni dopo mancano ancora verità e colpevoli. Ecco perché | VIDEO

Moby Prince, 30 anni dopo mancano ancora verità e colpevoli. Ecco perché | VIDEO
LE IENE INTERNO

Ve ne abbiamo parlato con Gaetano Pecoraro. Alle 22.25 del 10 aprile 1991 il traghetto Moby Prince si scontra con la petroliera Agip Abruzzo nella rada del porto di Livorno.

È la più grave tragedia della marineria italiana, che 30 anni dopo è ancora senza colpevoli e senza una verità certa su cosa è successo.

News | Moby Prince, 30 anni dopo mancano ancora verità e colpevoli.

Ecco perché | VIDEO Il 10 aprile 1991 il traghetto Moby Prince si scontra con la petroliera Agip Abruzzo nella rada del porto di Livorno. (LE IENE)

Ne parlano anche altri giornali

Nell’incidente all’uscita del porto di Livorno morirono tra gli altri quattro marittimi di Pizzo e due di Parghelia. Iniziativa online del sindacato di categoria. «Purtroppo anche quest’anno, causa la pandemia di Covid-19 – fa sapere il coordinatore nazionale Fit-Cisl Vincenzo Pagnotta -, non è possibile incontrare i parenti delle vittime personalmente, ma vogliamo continuare a dimostrare la nostra solidarietà anche a distanza, per far sentire loro la nostra più viva vicinanza nel ricordo di questa immane tragedia, stringendoci in un forte abbraccio» (Il Vibonese)

I familiari delle vittime del Moby Prince si sono costituiti in due associazioni, entrambe continuano a chiedere che sia fatta luce su quanto è successo. Il 10 aprile di 30 anni fa la nave Moby Prince si scontrò con la petroliera Agip Abruzzo al largo di Livorno e andò a fuoco. (Qdpnews)

Nel dettaglio l’accordo politico tra le forze politiche ha preservato gli obiettivi specifici dell’inchiesta indicati nel testo a prima firma Francesco Berti (M5s). Per finanziare le attività di consulenza tecnica, che furono il pilastro della precedente inchiesta parlamentare, la Commissione avrà un budget di 50mila euro all’anno (Il Fatto Quotidiano)

"Moby Prince", Piano di Sorrento non dimentica. - Positanonews

Cosa accadde la notte del 10 aprile 1991 , quando il traghetto Moby Prince , appena partito dal porto di Livorno e diretto a Olbia , dopo poche miglia finì contro una petroliera di Stato, la Agip Abruzzo ? Quali sono le ultime novità sulla verità di quella notte? Cosa si è scoperto negli ultimi anni? Cosa resta da scoprire? Su cosa deve indagare la nuova commissione d’inchiesta in Parlamento? Cosa raccontano gli strani patti assicurativi tra le due compagnie navali? A trent’anni di distanza la strage del Moby Prince, in cui morirono 140 tra passeggeri e membri dell’equipaggio, resta ancora senza responsabili e le sue cause avvolte nel mistero. (Il Fatto Quotidiano)

Inoltre, nel trentesimo anniversario della tragedia, sarà conferita la Livornina d’Oro all’Associazione “140 Familiari delle Vittime del Moby Prince” che unisce i familiari delle vittime della tragedia del 10 aprile 1991. (QuiLivorno.it)

Livorno – Non ci sono più dubbi la notte tra il 10 e l’11 aprile 1991 sul traghetto “Moby Prince” si consumò una strage, non una tragedia del mare. Le fiamme non avvolsero immediatamente tutto il Moby Prince. (Positanonews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr