Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 22 maggio: contagi stabili, prevalenza asintomatici

Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 22 maggio: contagi stabili, prevalenza asintomatici
BolognaToday BolognaToday (Interno)

Bollettino 22 maggio Emilia-Romagna. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Sono 53 in più rispetto a ieri i casi di coronavirus in Emilia-Romagna, per un totale dall'inizio dell'epidemia di 27.470 casi di positività.

Su altre testate

I nuovi decessi riguardano 2 residenti nella provincia di Piacenza, 4 in quella di Reggio Emilia, 1 in quella di Modena, 6 in quella di Bologna (nessuno nell’imolese), 1 in quella di Ferrara, 1 in quella di Rimini, 2 da fuori Regione. (Livingcesenatico)

Donazioni. I versamenti vanno effettuati sul seguente Iban: IT69G0200802435000104428964. Causale – Insieme si può Emilia Romagna contro il Coronavirus. Nessun decesso tra i residenti nella provincia di Reggio Emilia, Ferrara e da fuori Regione. (Ravennawebtv.it)

Play Replay Play Replay Pausa Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio Indietro di 10 secondi Avanti di 10 secondi Spot Attiva schermo intero Disattiva schermo intero Skip Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi. (ModenaToday)

Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-44).I nuovi decessi riguardano 1 residente nella provincia di Piacenza, 2 in quella di Parma, 1 in quella di Reggio Emilia, 1in quella di Modena, 2 in quella di Bologna (nessuno nell’imolese), 1 in quella di Ferrara, 1 in quella di Forlì-Cesena (nel Forlivese), 2 in quella di Rimini (La Repubblica)

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.242, - 134 rispetto a ieri. (Voce di Carpi)

Cinquanta nuovi contagi e undici decessi complessivi. Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 18.258 (+271): 1.640 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 16.618 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. (BolognaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti