È morto Magawa, il topolino che fiutava le mine

Ticinonline ESTERI

L'organizzazione ha scritto in una nota, riporta la Bbc, che è grata «per l'incredibile lavoro che Magawa ha svolto».

Questo era Magawa, il topo marsupiale, addestrato per aiutare gli umani a scovare le mine sotterrate in Cambogia.

Era il piccolo orgoglio di Apopo, un ente benefico che alleva animali sin dagli anni Novanta per rilevare le mine antiuomo.

Il topo marsupiale era cresciuto in Tanzania ed era poi stato trasferito in Cambogia dove aveva seguito un addestramento per un anno

iccolo, veloce e lavoratore. (Ticinonline)

Ne parlano anche altri media

Magawa, il topo "eroe" decorato per aver fiutato oltre 100 mine antipersona e altri ordigni inesplosi in Cambogia, è morto lo scorso fine settimana all’età di 8 anni. Il riconoscimento ha reso Magawa il primo topo a ricevere un tale premio nei 77 anni di storia del Pdsa e a condividere la gloria con numerosi cani, alcuni cavalli, piccioni e un gatto. (Gazzetta del Sud)

Un ratto "eroe", ma anche da compagnia. Il ratto gigante del Gambia o ratto gigante africano (Crycetomis gambianus) è diffuso in gran parte dell'Africa, dal Senegal al Kenya e dall'Angola al Mozambico. (Kodami)

Il suo fiuto, capace di riconoscere l’odore di un componente chimico utilizzato negli esplosivi, ha permesso in cinque anni di localizzare e disinnescare oltre 100 ordigni. In questo Paese dell’Africa il roditore era stato sottoposto a un addestramento annuale per il riconoscimento degli odori e il supporto agli sminatori chiamati poi a intervenire (Dire)

Addio a Magawa, il topo eroe che fiutava le mine antiuomo inesplose Magawa, topo africano di 8 anni, ha scovato almeno 100 mine antiuomo e altri ordigni inesplosi in Cambogia, dove lo scorso fine settimana è morto, pare di vecchiaia. (Fanpage.it)

È morto Magawa, il topo gigante africano celebrato per aver aiutato a scoprire oltre 100 mine anti-uomo e altri esplosivi in Cambogia. La specie cui apparteneva Magawa ha un forte senso dell’olfatto e può essere addestrata rapidamente, abilità che rendono il topo gigante africano eccellente nella ricerca delle mine. (Il Fatto Quotidiano)

Sono le parole scritte dalla dall’organizzazione no profit belga, l’APOPO, per annunciare la scomparsa di quello che è stato il loro miglior “sniffatore di mine antiuomo”. L’associazione ha scritto sul suo profilo Instagram:. (greenMe.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr