Dl sostegni bis, dai ristori ai mutui per gli under 36: le novità della bozza

LaPresse ECONOMIA

Sono alcune delle principali novità contenute nel decreto sostegni bis, atteso questa settimana in Cdm.

Arriva un fondo con una dotazione di 600 milioni di euro per l’anno 2021 in dotazione ai comuni per le agevolazioni Tari

Anche per i dipendenti privati arriva la proroga del lavoro agile emergenziale fino al 30 settembre 2021.

Slitta dal 1 luglio 2021 al 1 gennaio 2022 l’entrata in vigore.

Per le attività che beneficiano dei ristori a fondo perduto arriva lo stop all’Imu di giugno. (LaPresse)

La notizia riportata su altre testate

Lo prevede la bozza del Decreto sostegni bis. Confermata la misura del mutuo senza anticipo per i giovani. (L'Occhio)

Guardando alle singole province quella che ha registrato la crescita più importante è Firenze (+7,0%, 155.108 euro), seguita da Lucca (+1,6%, 140.947 euro), Pistoia (+0,7%, 119.440 euro) e, a pari merito, quelle di Livorno (+0,3%, 134.917) e Prato (+0,3%, 135.367 euro). (RadioSienaTv)

Si tratta ancora di una nicchia, ma le potenzialità di crescita sono davvero elevate, soprattutto se consideriamo che grazie al Superbonus 110% molte abitazioni miglioreranno la propria classe energetica ampliando così il bacino di immobili che potranno accedere a questo tipo di finanziamento. (Notizie - MSN Italia)

Anche i mutui diventano ecosostenibili

Niente affatto, almeno per ora; nonostante gli aumenti, i tassi odierni sono ancora nettamente inferiori rispetto agli indici rilevati pre-pandemia Quella che ha registrato la crescita più importante è Firenze, dove l’importo medio richiesto è salito del 7,0%, arrivando a 155.108 euro. (IlCuoioInDiretta)

La semplicità. Ottenere un mutuo ristrutturazione è più semplice rispetto a un mutuo per acquistare. Un obiettivo che si pongono anche le disposizioni di Governo in materia fiscale, volte ad agevolare in tanti modi chi interviene in casa con lavori di ristrutturazione o di messa in sicurezza della casa. (MutuiOnline.it)

La differenza negli importi richiesti è dettata, invece, dal maggiore valore degli immobili di classi energetiche A o B rispetto alla media. (Avvenire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr