Cos'è (e cosa diventerà) il Metaverso di Facebook. E perché dobbiamo averne paura

LabParlamento ECONOMIA

(Si pensi, ad esempio, al “sequestro” di un avatar con una richiesta di riscatto in bitcoin).

A breve tutto questo diventerà realtà.

Un social “3D” dove si potrà interagire con i propri contatti in maniera sì virtuale, ma tridimensionale, immersi a 360° in un mondo parallelo.

Potrebbero realizzarsi, in questo nuovo mondo, reati virtuali?

Che effetto tutto ciò avrà sulla salute mentale degli adolescenti (già oggi messi a dura prova da alcune piattaforme social)?

(LabParlamento)

Se ne è parlato anche su altre testate

con l’uso della realtà aumentata e realtà virtuale, proprio come stanno pianificando di fare gli altri principali colossi tecnologici di nostra conoscenza. Che sembra essere colei che dominerà il Metaverso firmato Zuckerberg. (Android Italy)

La moda digitale o e-fashion permette anche di acquistare dei capi digitali per poi decidere, solo in un secondo momento, di avere nell'armadio anche la loro versione reale. Dunque da vestire adeguatamente attraverso le skin, letteralmente la varietà di pelle con cui “ricoprirli”. (Unico Settimanale)

Secondo alcuni dei pionieri del mondo virtuale, Facebook rischia di perdere il senso del metaverso – e un imminente cambiamento nel comportamento dei consumatori – se non consente la proprietà digitale. (Newsby)

La moda digitale o e-fashion permette anche di acquistare dei capi digitali per poi decidere, solo in un secondo momento, di avere nell’armadio anche la loro versione reale. Ma è ovvio, postare quelle immagini sui social, come la maggior parte delle cose che facciamo oggi (brindisilibera.it)

E siamo arrivati al punto cardine: non è che questo metaverso rischia di trasformarsi solo nell'ennesima bolla della vita digitale? In foto, Central Town in The Sandbox (Mashable Italia)

Ma è ovvio, postare quelle immagini sui social, come la maggior parte delle cose che facciamo oggi Secondo le stime di DMarket, il solo mercato delle skin si aggira attorno ai 30-40 miliardi di dollari l’anno. (Dea Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr