Macron non esclude l'invio di truppe in Ucraina

L'Ucraina sta perdendo terreno. Dopo Adiivka, è stata costretta a ritirarsi a Lastochekine. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha sottolineato che il risultato della guerra dipende dalla cooperazione e dalla determinazione dei partecipanti alla riunione di Parigi.

Riunione a Parigi

La riunione, organizzata dall'Eliseo, ha visto la partecipazione di capi di stato, primi ministri e ministri di 27 paesi, tra cui Polonia, Lituania, Romania, Finlandia, Gran Bretagna, Norvegia, Stati Uniti e Canada. L'Italia, offesa per l'assenza di Emmanuel Macron al G7 di Meloni a Kiev, è stata rappresentata da un vice-ministro.

Macron e la questione ucraina

Il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato la creazione di una "coalizione" per fornire "missili e bombe a medio e lungo raggio" all'Ucraina. Ha anche aggiunto che l'invio di truppe occidentali sul terreno in Ucraina non dovrebbe "essere escluso" in futuro, anche se in questa fase "non c'è consenso" su questa ipotesi.

Conferenza dei paesi alleati per il sostegno all'Ucraina

A due anni dall'invasione russa, Macron ha riunito una ventina di leader occidentali nella Conferenza dei paesi alleati per il sostegno all'Ucraina. La riunione si è conclusa poco prima di mezzanotte. Non è stata presa alcuna decisione sulla fornitura dei "Rafale" francesi, i caccia sui quali si discute da mesi. Per ora, Parigi si limita a garantire una "formazione" agli ucraini.

Altri dettagli:
Ordina per: Data | Fonte | Titolo