Inizio del processo di esproprio per la costruzione del ponte sullo Stretto di Messina

Il progetto del ponte sullo Stretto di Messina, un'opera di ingegneria che ha suscitato dibattiti e controversie, sta entrando in una nuova fase. Domani, 3 aprile, sarà pubblicato l'avviso di avvio del procedimento per l'esproprio dei terreni necessari alla realizzazione dell'opera.

Il procedimento di esproprio

L'avviso di avvio del procedimento di esproprio sarà pubblicato sui quotidiani nazionali e territoriali di Sicilia e Calabria. Questo rappresenta il primo passo formale per l'acquisizione dei terreni necessari alla costruzione del ponte. I cittadini interessati avranno 60 giorni di tempo per esprimere eventuali osservazioni una volta presa visione dei documenti che li riguardano.

La dichiarazione di pubblica utilità

Parallelamente all'avvio del procedimento di esproprio, sarà avviata la procedura per la dichiarazione di pubblica utilità dell'opera. Questa dichiarazione sarà sancita con l'approvazione del progetto definitivo del ponte da parte del Cipess.

Le reazioni al progetto

Nonostante l'avanzamento del progetto, le critiche non mancano. Il comitato "Invece del Ponte" ha definito la pubblicazione dell'avviso come "l'ennesimo tentativo di distrazione di massa", sostenendo che non esiste ancora un progetto approvato. La società "Stretto di Messina", invece, sostiene che il dado è tratto e non si potrà più tornare indietro.

L'avvio del procedimento di esproprio segna una tappa importante nel percorso verso la realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina. Tuttavia, le controversie e le incertezze sul progetto rimangono e saranno probabilmente oggetto di ulteriori dibattiti nei prossimi mesi.

Altri dettagli:
Ordina per: Data | Fonte | Titolo