Covid | a Wuhan l'Oms indaga su conigli tassi e furetti

Covid | a Wuhan l'Oms indaga su conigli tassi e furetti
Per saperne di più:
Zazoom Blog ESTERI

L’Oms indaga, ma servono altr… - LegaSalvini : COVID, OMS DOPO LE INDAGINI A WUHAN: «LA CINA CI HA NEGATO DATI CHIAVE SULL'ORIGINE DEL VIRUS» - giovafan1 : 'Gli investigatori dell'OMS, rientrati nei giorni scorsi da una missione di due settimane a Wuhan, hanno lamentato… - MarySpes : RT @claudio_2022: Il Covid è nato in laboratorio

L'Organizzazione mondiale della… - LaStampa : Nuova ipotesi per il Covid: forse diffuso da tassi-furetto e conigli venduti a Wuhan. (Zazoom Blog)

Su altre testate

Passaggio animale-uomo confermato. Per i membri della squadra dell’Organizzazione mondiale della sanità, riporta il Wall Street Journal, sono necessari altri accertamenti sui fornitori di questi e altri animali in vendita al mercato di Wuhan (Calabria 7)

E> > Covid, gli esperti dell’Oms sono entrati all’interno del mercato di Wuhan. Covid, Oms indaga sui tassi e sui conigli come fonte del virus. La notizia arriva dal Wall Street Journal, sul quale si legge che, affinchè questa teoria possa diventare certa, è necessario avere altri riscontri e ulteriori indagini. (Yahoo Finanza)

Diversi allevatori si troverebbero al confine con le province di Gaungdong, Guangxi e Yunnan, confinanti con Vietnam, Laos e Myanmar. I principali indiziati sarebbero i tassi furetto, endemici del Sud Est asiatico, e i conigli in vendita nei banchi del mercato di Wuhan e che potrebbero essere portatori del coronavirus. (Virgilio Notizie)

Coronavirus, gli animali messi sotto accusa dall’OMS

Ma al momento si tratta solo di ipotesi. Stampa. Secondo indiscrezioni pubblicate dal Wall Street Journal, l’Oms starebbe indagando sui tassi-furetto e i conigli, venduti sui banchi del mercato di Wuhan, primo focolaio dell’epidemia di Covid-19, come possibili vettori del virus stesso. (Salernonotizie.it)

Secondo l’OMS, il Coronavirus potrebbe essere arrivato all’uomo tramite alcune specie animali che venivano vendute sui banchi del mercato della cittadina cinese Wuhan. Entrambi questi animali venivano venduti quotidianamente nel mercato che fu il primo epicentro del virus. (ViaggiNews.com)

Entrambe sono specie vendute al mercato cinese di Wuhan. Non i pipistrelli, ma sarebbero altri gli animali sospettati di essere all’origine della pandemia di coronavirus, responsabile di oltre 110 milioni di casi e quasi 2,5 milioni di decessi in tutto il mondo. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr