Coronavirus, Italia quasi tutta arancione ma la Puglia resta zona rossa: attesa per il monitoraggio

Il Quotidiano Italiano - Bari INTERNO

Lombardia, Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia sono pronti a lasciare la zona rossa, sperano anche Piemonte e Toscana.

Nella fascia con più restrizioni, assieme alla nostra regione, solo Campania e Valle d’Aosta.

L’Italia è pronta a tingersi quasi interamente di arancione a partire da martedì 13 aprile, ma la Puglia è destinata ad essere confermata zona rossa.

La Puglia paga i ritardi della campagna vaccinale, la meno efficace in Italia secondo lo studio YouTrend, i troppi ricoveri in terapia intensiva e un sistema sanitario sempre di più al collasso

A poche ore dall’esito del monitoraggio della Cabina di regia del Governo, la Puglia ha infatti ridotte speranze di retrocedere all’arancione, come confermato anche dalla stessa Regione. (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Se ne è parlato anche su altre testate

I casi attualmente positivi sul territorio regionale sono 50.755, di cui il 4.5% dei quali è ricoverato in ospedale (2.276) mentre il 95.5% (48.479 persone) è in isolamento domiciliare. 253 i posti occupati nei reparti di terapia intensiva delle strutture pugliesi. (BarlettaViva)

YouTrend pubblica la classifica settimanale delle regioni più avanti nell'indice regionale dei vaccini: in testa è il, con 76 punti su 100 (+3 rispetto alla settimana scorsa), secondo i dati settimanali aggiornati a lunedì 5 aprile. (AndriaViva)

51.047 sono i casi attualmente positivi. Pubblicità in concessione a Google. Sono stati registrati 48 decessi: 23 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 1 in provincia BAT, 3 in provincia di Foggia, 9 in provincia di Lecce, 8 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. (Grottaglie in rete)

Andiamo a vedere il bollettino della giornata di mercoledì 7 aprile 2021, secondo quanto comunicato da Asrem. BOLLETTINO DEL 7 APRILE – DATI COVID 19 IN MOLISE. Questi i dati del bollettino delle ore 18 e unico per la giornata. (Molise News 24)

Sono così distribuiti: 809 in provincia di Bari, 194 in provincia di Brindisi, 249 nella provincia BAT, 198 in provincia di Foggia, 197 in provincia di Lecce, 323 in provincia di Taranto, 4 casi di provincia di residenza non nota. (TeleRama News)

149.726 sono i pazienti guariti. Sono stati registrati 51 decessi: 14 in provincia di Bari, 4 in provincia di Brindisi, 3 in provincia BAT, 5 in provincia di Foggia, 13 in provincia di Lecce, 12 in provincia di Taranto. (TarantoBuonaSera.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr