Banco Bpm: l'utile netto del primo trimestre sopra le attese. I ricavi operativi tornano a livelli pre-Covid

La Stampa ECONOMIA

In particolare, i ricavi «core» (margine di interesse e commissioni) sono stati pari a 968 milioni con una crescita del 5,9% rispetto al corrispondente periodo del precedente esercizio.

Al netto delle componenti non ricorrenti il risultato netto si è attestato a 150,8 milioni

Nel primo trimestre, malgrado il Covid, Banco Bpm ha registrato una forte ripresa dei risultati operativi.

Tale dato rappresenta il miglior risultato a partire dal quarto trimestre 2018, riportando il livello dei proventi operativi a quello del periodo precedente alla crisi innescata dalla pandemia. (La Stampa)

Su altri giornali

Parole che possono essere interpretate come un implicito appoggio più convinto a scenari di aggregazione con Banco BPM rispetto a MPS che comporterebbe una rischiosità maggiore. L’utile ha superato di poco i 100 milioni (100,1 milioni, consensus era fermo a 85 milioni). (Finanzaonline.com)

Barclays sottolinea come sia margine d’interesse che commissioni siano stati migliori del previsto. L’utile netto del 1° trimestre è stato di 100,1 milioni, mentre il consensus era fermo a 85 milioni. (Finanzaonline.com)

Il dato rappresenta il miglior risultato a partire dal quarto trimestre 2018, riportando il livello dei proventi operativi a quello del periodo precedente alla crisi innescata dalla pandemia. Banco Bpm ha riportato nel primo trimestre dell’anno una buona performance dei proventi operativi core, ossia margine di interesse e commissioni, risultando pari a 968 milioni con una crescita del 5,9% rispetto al corrispondente periodo del precedente esercizio. (Finanzaonline.com)

Complessivamente Banco Bpm ha, quindi, mostrato ricavi operativi maggiori delle attese grazie a un margine di interesse resiliente e commissioni solide (+7% anno su anno). (Milano Finanza)

Per quanto riguarda i crediti deteriorati, in questo ambito, il gruppo ha deciso di proseguire su questa strada con la cessione di 1,5 miliardi di sofferenze entro il mese di giugno per le quali è già stato selezionato il portafoglio e condotta la due diligence. (Finanzaonline.com)

Il tasso di npl lordi scenderà così all’1,8% dal precedente 3,1% del marzo 2020 (pari a 7,2 miliardi). Sale di conseguenza la gestione operativa a 484 milioni, +51,4% sul primo trimestre 2020 mentre l’utile ante imposte è salito a 259 milioni (+150,3%). (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr