Da Exor a Tod's: perché i grandi gruppi fuggono da Piazza Affari

Da Exor a Tod's: perché i grandi gruppi fuggono da Piazza Affari
24+ ECONOMIA

Persi in poche settimane quasi 47 miliardi di capitalizzazione. A dare l’addio sono grandi e medi gruppi industriali privati, che lasciano una Borsa italiana sempre più dominata dal peso delle società pubbliche e del settore finanziario

(24+)

La notizia riportata su altri media

La durata del patto si riduce a tre anni in caso di mancato delisting e decade a fronte di una nuova quotazione. A seguito del delisting, Delphine avrà il diritto di avere un proprio rappresentante nel Cda di Tod's (Investing.com Italia)

A Milano brilla Tod’s; trimestrali in chiaroscuro in Europa. Tra i titoli in progresso Commerzbank, +2,78%, che ha riportato un utile netto del secondo trimestre superiore alle attese. (FIRSTonline)

Presente nel patto anche il diritto di prima offerta sulle azioni poste in vendita dall'altro socio. Per contro, Della Valle avrà il diritto di acquistare la partecipazione (opzione call) al termine del dodicesimo anniversario del delisting (ilmessaggero.it)

Tod’s vola in borsa dopo l’annuncio del delisting da Piazza Affari

Il patron di, colosso del lusso, con la sua Delphine ha già il 10% della maison italiana e agisce di concerto con Della Valle nell'OPA finalizzata al delisting da Piazza Affari.Il patto haed è prorogabile automaticamente per altri cinque, mentre si riduce a tre anni in caso di mancato delisting e decade a fronte di una nuova quotazione. (Borsa Italiana)

Resterà infatti socio nella società di Diego della Valle con la sua quota attuale del 10%. Tod’s, al via l’OPA per il delisting. La società del gruppo Lvmh di Arnault Bernard, Delphine Sas, ha deciso di non aderire all’OPA. (Finance CuE)

Da tempo gli analisti ipotizzano una possibile vendita del Gruppo Tod’s, indicando il ceo di Lvmh, Bernard Arnault, come possibile acquirente. Il prezzo di Tod’s ha chiuso toccando il massimo precedente di aprile 2022, a quota 40,20 euro per azione, in rialzo del 20,29% (Wall Street Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr