Patto Caltagirone-Del Vecchio per la crescita delle Generali

Patto Caltagirone-Del Vecchio per la crescita delle Generali
ilmattino.it ECONOMIA

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

i salda con un patto di sindacato sul 10,948% del capitale sociale di Generali l'asse tra Francesco Caltagirone e Leonardo Del Vecchio, rispettivamente secondo e terzo azionista del Leone di Trieste dopo Mediobanca.

L'occasione per esprimere un nuovo management quindi, ma anche per un cambio di passo nella.

Un accordo che guarda all'assemblea della prossima primavera, chiamata ad approvare il bilancio 2021 e a rinnovarne il cda. (ilmattino.it)

Ne parlano anche altri giornali

Un'informazione che circola in ambienti ben informati e che potrebbe riguardare in particolare sia la famiglia Benetton (che del Leone detiene il 3,97%) sia la Fondazione Crt (azionista con l'1,8%), che già in passato sono sembrate avere posizioni vicine ai due imprenditori. (Milano Finanza)

A dar fuoco alle polveri Francesco Gaetano Caltagirone e Leonardo Del Vecchio, due Grandi Vecchi - forse gli ultimi - della razza padrona di casa nostra. Ieri mattina hanno annunciato che sono sullo stesso fronte nella battaglia per le Generali e che fino all'assemblea del prossimo aprile, che dovrà decidere i vertici della compagnia assicurativa, si parleranno spesso e volentieri, visto che si sono appena legati in un "patto di consultazione" (la Repubblica)

Loading. Un numero, in particolare, è significativo: oltre 6 miliardi di euro, l’investimento complessivo di Francesco Caltagirone, Leonardo Del Vecchio e dei Benetton in azioni Generali e Mediobanca. L’auspicio, una calda raccomandazione, è che non venga messo in discussione il controllo di capitali italiani sulle Generali. (Il Sole 24 ORE)

Guerra Generali: l'attacco di Sole, Caltagirone e Del Vecchio contro Donnet, i candidati alternativi, difesa di Mediobanca in bilico

Patto parasociale tra la Delfin di Del Vecchio e oltre una dozzina di società del gruppo Caltagirone sul 10,95% circa del capitale di Generali «in vista dell'assemblea che sarà chiamata, fra l'altro, ad approvare il bilancio dell'esercizio 2021 e a rinnovare il consiglio d'amministrazione». (DiariodelWeb.it)

I due imprenditori hanno vincolato all’accordo la totalità delle azioni del Leone detenute, pari al 10,948% del capitale sociale di Generali. TRIESTE. Francesco Gaetano Caltagirone e Leonardo Del Vecchio hanno stipulato un patto di consultazione in vista dell’assemblea delle Generali, che la prossima primavera sarà chiamata ad approvare il bilancio del Leone e a rinnovarne il Cda. (Nordest Economia)

Non è un mistero che Del Vecchio e Caltagirone hanno più volte critico la gestione Donnet. La possibilità, per Donnet, è essere confermato in uno scenario di conflittualità permanente con una parte significativa dei grandi azionisti (Startmag Web magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr