AstraZeneca, Sileri: "Possibile che Ema limiti uso per certe categorie"

AstraZeneca, Sileri: Possibile che Ema limiti uso per certe categorie
Rai News INTERNO

Le giovani donne, spesso protagoniste dei casi di trombosi, patiscono meno l'effetto del Covid, dovremo valutare dunque il rapporto rischi-benefici per loro.

"Stiamo cercando di avere il quadro preciso di cosa succede, di definire nel dettaglio questa sindrome dovuta al vaccino".

"Per maggiore precauzione" AstraZeneca, Sileri: "Possibile che Ema limiti uso per certe categorie" Nel pomeriggio riunione Aifa-ministero della Salute su indicazioni uso. (Rai News)

La notizia riportata su altri giornali

"E' possibile, per maggiore precauzione, che l'Agenzia europea dei medicinali Ema indichi che per una determinata categoria è meglio non utilizzare il vaccino anti-Covid di AstraZeneca". "Stiamo cercando di avere il quadro preciso di cosa succede, di definire nel dettaglio questa sindrome dovuta al vaccino". (Alto Adige)

«Non vi è ombra di dubbio che vi sia un rapporto rischio-beneficio positivo», ha aggiunto. (Gazzetta di Parma)

"E' possibile, per maggiore precauzione, che l'Agenzia europea dei medicinali Ema indichi che per una determinata categoria è meglio non utilizzare il vaccino anti-Covid di AstraZeneca". "Non vi è ombra di dubbio che vi sia un rapporto rischio-beneficio positivo", ha aggiunto. (Trentino)

Sileri: "E' possibile che l'Ema limiti l'uso di AstraZeneca per certe categorie"

"È possibile, per maggiore precauzione, che l'Agenzia europea dei medicinali Ema indichi che per una determinata categoria è meglio non utilizzare il vaccino anti-Covid di AstraZeneca", ha spiegato infatti Sileri intervenendo oggi a Radio 24. (Fanpage.it)

“Non vi è ombra di dubbio che vi sia un rapporto rischio-beneficio positivo”, ha aggiunto. (IVG.it)

«Hanno notato dei casi di trombosi, ma si tratta di numeri esigui rispetto alle dosi inoculate. «Non dobbiamo preoccuparci», ci tiene a rassicurare Sileri, che si è appena confrontato con Giovanni Rezza, direttore generale della prevenzione al suo ministero. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr