Unicredit: prove di breakout dell'area 9,35-9,40 euro

Milano Finanza ECONOMIA

Il titolo continua a beneficiare dello slancio positivo indotto dall’ottima trimestrale, ma dal punto di vista grafico rimane esposto a una pericolosa fragilità di fondo: l’ampio gap lasciato aperto ieri a quota 8,85 toglie infatti solidità alla struttura tecnica, esponendo la dinamica dei prezzi a fattori emotivi decisamente meno prevedibili.

Prosegue la dinamica positiva di Unicredit, che ha provato inizialmente a superare anche la resistenza a 9,35-9,40 euro, per poi tornare parzialmente sui propri passi. (Milano Finanza)

Su altri media

Il periodo gennaio marzo si è chiuso con un utile di 887 milioni di euro, oltre il doppio delle attese degli analisti, tanto che il titolo viene premiato in borsa con un consistente rialzo. Il responsabile finanziario Stefano Porro aggiunge che “l’utile netto sottostante è migliorato nel primo trimestre a 0,9 miliardi di euro (Il Fatto Quotidiano)

L’alternativa è BancoBPM, che porterebbe ora circa 4 miliardi di Dta. I conti del primo trimestre di Unicredit hanno mostrato un bilancio solido, ben oltre le attese del mercato, ma Andrea Orcel, nuovo amministratore delegato dell’istituto milanese, non esclude risultati significativamente superiori ai livelli attuali. (Wall Street Italia)

Realizzeremo una maggiore integrazione della tecnologia nelle nostre attività e semplificheremo il nostro modo di lavorare rimuovendo gli ostacoli che ci impediscono di fornire ai nostri clienti un servizio adeguato" Il gruppo bancario archivia il primo quarto dell'anno con utile di 887 milioni, a fronte dei 396 milioni indicati nelle stime degli analisti, e in decisa controtendenza con la perdita di 2,71 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno determinata da rettifiche per il coronavirus e da poste straordinarie. (la Repubblica)

AVVERTIMENTI E AUSPICI DI ORCEL. Tuttavia, ha avvertito Orcel, “qualsiasi trasformazione di questo tipo in un’istituzione delle dimensioni di Unicredit richiederà tempo. Che cosa ha detto l’amministratore delegato di Unicredit, Orcel, commentando i risultati del primo trimestre realizzati prima del suo arrivo in banca al posto di Mustier. (Startmag Web magazine)

Oltre il doppio quindi. In rialzo anche i ricavi rispetto allo stesso trimestre del 2020: 4,7 miliardi di euro oggi, in aumento del 10,6% sul passato e del 7,1% anno su anno. (IL GIORNO)

Si conferma la politica di distribuzione ordinaria del 50 per cento dell’utile netto sottostante, con il 30 per cento tramite dividendo in contanti (Finanzaonline.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr