Sonda della NASA si schianterà contro un asteroide: lanciata la prima missione di difesa planetaria

Sonda della NASA si schianterà contro un asteroide: lanciata la prima missione di difesa planetaria
Scienze Fanpage SCIENZA E TECNOLOGIA

A cura di Andrea Centini. Un’illustrazione mostra la sonda DART, il piccolo LICIACUBE italiano e l’asteroide binario 65803 Didymos.

La NASA ha lanciato la sonda DART, che nel 2022 si schianterà contro un asteroide.

Credit: Credits: NASA/Johns Hopkins, APL/Steve Gribben. Alle 07:21 di oggi, mercoledì 24 novembre 2021, la NASA ha dato il via alla prima, storica missione di difesa planetaria.

Non resta che attendere l'autunno del prossimo anno, quando verrò scritta la storia della prima missione di difesa planetaria

Sonda della NASA si schianterà contro un asteroide: lanciata la prima missione di difesa planetaria È ufficialmente partita la prima missione di difesa planetaria della storia. (Scienze Fanpage)

La notizia riportata su altri media

L'importanza di Dart Dart è una missione di protezione planetaria in quanto servirà a testare su un asteroide non pericoloso, in questo caso Dimorphos, la possibilità di deviare un grande oggetto roccioso eventualmente pericoloso per la Terra colpendolo con una sonda lanciata a grande velocità. (Tuttosport)

Per la prima volta una sonda proverà a devirare un asteroide. La missione Dart è ora realtà. (Ck12 Giornale)

Sulla base di queste rilevazioni ottiche si potranno effettuare anche specifiche investigazioni scientifiche, che si aggiungono così ai risultati attesi dalla missione ai fini della Difesa Planetaria Siamo davvero orgogliosi di essere a bordo di una missione della NASA così ambiziosa e di futura utilità per la difesa planetaria. (EOS Sistemi avanzati scrl)

Prima volta di missione spaziale che tenta di deviare asteroide

Si tratta dell'azienda torinese Argotec, una delle società leader dell’aerospazio con sede in via Cervino. Torino vola nello spazio per deviare un asteroide di 170 metri di diametro, lontano 10 milioni di chilometri. (TorinOggi.it)

Alla base del tentativo c’è l’ipotesi che nello spazio anche una minima “spinta” data ad un corpo sia in grado di spostarne significativamente l’orbita (Bill Ingalls/NASA via AP) L’obiettivo è colpire il piccolo asteroide DidiMoon (160 metri di diametro) nell’ottobre del 2022: una sonda italiana collegata a DART verificherà poi da vicino il risultato dell’operazione. (Città Nuova)

È questa la domanda a cui si tenta di rispondere con l’ultima impresa spaziale appena iniziata. Prima volta di missione spaziale che tenta di deviare asteroide // Carmelo TOSCANO/ Redazione Lombardia (ViViCentro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr