Manovra: Ue, ok a Dpb Italia ma spesa corrente finanziata troppo alta

Manovra: Ue, ok a Dpb Italia ma spesa corrente finanziata troppo alta
LaPresse INTERNO

(LaPresse) – La Commissione europea ha dato la propria valutazione positiva ai documenti di programmazione finanziaria dei vari paesi Ue.

Strasburgo, 24 nov.

Per l’Italia la raccomandazione è di ridurre la spesa corrente finanziata, tra le più alte nell’Ue assieme a Lettonia e Lituania, e che supera il 3% del Pil

(LaPresse)

Ne parlano anche altre testate

Chiediamo quindi un’esecuzione prudente del bilancio al fine di limitare questa crescita, soprattutto quando, come l’Italia, è abbinata ad un alto livello del debito pubblico”. (LaPresse)

A questo riguardo, le misure contenute nel documento programmatico di bilancio italiano contribuiscono a realizzare la Raccomandazione del Consiglio Ue di garantire una ripresa sostenibile e inclusiva, dando priorità alla transizione verde e digitale". (Borsa Italiana)

Roma viene però richiamata a limitare la crescita della spesa pubblica corrente. L’Italia viene invitata a “monitorare regolarmente l’utilizzo, l’efficacia e l’adeguatezza delle misure di sostegno ed essere pronta ad adattarle, se necessario, alle circostanze che sopravvengono”. (Servizio Informazione Religiosa)

Legge bilancio: ok Ue a Italia ma prenda misure per ridurre spesa corrente -3-

Il semestre “li aiuterà inoltre ad affrontare i rischi, siano essi emergenti o ereditati dal passato, che possono ostacolare la ripresa. Dovremo altresì concentrarci sul rafforzamento delle imprese, sull’inserimento di un maggior numero di persone in posti di lavoro di qualità, sull’eliminazione degli ostacoli agli investimenti e sul coordinamento delle politiche volte a preservare la sostenibilità di bilancio dell’Ue” (Servizio Informazione Religiosa)

Gli investimenti finanziati a livello nazionale dovrebbero essere preservati nel 2022 in tutti gli Stati membri, come raccomandato dal Consiglio. Gli Stati membri stanno allentando le misure di emergenza temporanee e concentrando sempre più le misure di sostegno sul sostegno alla ripresa. (La Repubblica)

'Questo non e' previsto essere sufficientemente assicurato dato che l'aumento della spesa primaria corrente finanziata a livello nazionale (al netto di nuove entrate) nel 2022 e' prevista fornire un contributo notevole all'orientamento fiscale espansivo. (Borsa Italiana)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr