Tre condanne per il caso della maestra vittima di revenge porn. "Il danno non si cancella. Rivoglio il mio lavoro"

Tre condanne per il caso della maestra vittima di revenge porn. Il danno non si cancella. Rivoglio il mio lavoro
L'HuffPost INTERNO

“Quel che è fatto è fatto e il danno non si cancella.

La poco più che ventenne maestra d’asilo non è riuscita a trattenere l’emozione quando il giudice Modestino Villani ha pronunciato la parola “condanna”.

Il fatto che non avesse mai dato il permesso alla loro divulgazione non contava nulla: una maestra, le dissero, “certe cose” non se le poteva permettere.

“Siamo i lupi cattivi di una storia raccontata male”, conferma la direttrice dell’asilo prima di lasciare Palazzo di giustizia

Tutto perché una serie di immagini intime che aveva mandato al fidanzato (ormai ex) erano circolate in una chat. (L'HuffPost)

La notizia riportata su altri giornali

Ma l’ex non era stato il solo a divulgarle: a contribuire alla loro divulgazione era stata anche la moglie di un amico dell’ex compagno della maestra, nonché mamma di una delle alunne della maestra. Condannata a 12 mesi la mamma che ha contribuito alla divulgazione dei filmati. (Quotidianpost.it)

Una ragazza ventenne è stata costretta improvvisamente a lasciare il proprio posto di lavoro, maestra in un asilo di Torino. Processo maestra asilo – dopo anni di attesa si arriva a una svolta. (Informa-press)

VIDEO Ineos rischia di speronare Luna Rossa in partenza! -. Ultime Notizie dalla rete : Video osé Video osé della maestra: preside condannata Tredici mesi alla dirigente che cacciò l'insegnante e un anno alla mamma di un'alunna che diffuse sulle chat le immagini private. (Zazoom Blog)

Revenge porn: vittima una maestra d'asilo, 3 condanne a Torino

Finisce con diverse condanne il caso della maestra d’asilo piemontese vittima di revenge porn. Maestra vittima di revenge porn nel Torinese: la ricostruzione della vicenda. La vicenda risale al marzo del 2018. (Improntaunika.it)

Dopo il processo, la maestra ha commentato: “Quel che è fatto è fatto, e il danno non si cancella, ma almeno con questa sentenza è emersa la verità Assolto invece il terzo imputato del processo, il marito di una delle mamme che avevano fatto partire la gogna contro la maestra. (CheDonna.it)

In abbreviato è stato assolto il papà dell’alunna e marito della donna imputata, mentre un’altra maestra è stata condannata a 8 mesi per violazione della privacy Un anno e un mese alla dirigente scolastica di un asilo del Torinese e un anno alla mamma di un alunna. (Gazzetta del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr