Gli Usa attingono alle riserve di petrolio e chiedono aiuto alla Cina - piccole note

il Giornale ECONOMIA

Di interesse notare che tra questi figura anche Pechino, che è additata come nemico esistenziale degli Stati Uniti… Probabile che l’accordo sia avvenuto nel corso nel recente vertice tra Biden e Xi Jinping.

Ma la notizia è ancora più interessante, dal momento che nell’annunciare la decisione, la Casa Bianca ha detto che gli Stati Uniti si sono coordinati con altri Paesi: Gran Bretagna, Cina, India, Giappone e Corea del Sud. (il Giornale)

Su altre fonti

(askanews) - Paradossale effetto boomerang sui prezzi del petrolio dall'annuncio di Joe Biden sul ricorso alle riserve strategiche Usa. (Tiscali.it)

Non si può fare: petrolio, gas e carbone servono ancora o il mondo andrà al collasso Sotto la stretta del rincaro dei prezzi dell’energia, Biden ha deciso di attingere alle riserve strategiche di petrolio, quelle che gli Stati Uniti non toccano per usarle solo in caso di grave emergenza. (L'AntiDiplomatico)

Ascolta la versione audio dell'articolo. 3' di lettura. Il piano anti Opec degli Stati Uniti non convince il mercato e nemmeno l’Agenzia internazionale dell’energia (Aie), che ha subito preso le distanze, preferendo esortare per l’ennesima volta all’azione i produttori anziché i consumatori di greggio. (Il Sole 24 ORE)

L’OBIETTIVO: far abbassare i prezzi del greggio – fino a poche settimane fa erano sopra gli 85 dollari, e tendevano verso l’alto – e rimuovere un ostacolo alla ripresa economica dalla pandemia. L’amministrazione di Joe Biden vorrebbe decarbonizzare la nazione, azzerandone le emissioni nette, ma nel breve periodo non riesce proprio a fare a meno del petrolio. (Il Manifesto)

La Casa Bianca, che sta anche vagliando se stoppare le esportazioni di petrolio Usa, si è detta pronta «a intraprendere ulteriori azioni, se necessario». La mossa di concerto è insomma come la morfina iniettata per contrastare un'infezione grave: non serve a nulla. (il Giornale)

Ma di fronte a questo fenomeno come rafforzare e proteggere il portafoglio nei prossimi 12 mesi? Il petrolio ha visto un aumento dei prezzi che ha superato il +50% da inizio anno, chiaro segno di problemi inflattivi ormai innegabili. (Proiezioni di Borsa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr