Il rimbalzo dell'Italia. Ora cresce più veloce di tutti i Paesi avanzati

La Repubblica ECONOMIA

Ora cresce più veloce di tutti i Paesi avanzati di Vittoria Puledda. Mario Draghi (ansa). L’Ocse lima al 5,6% le stime di sviluppo dell’economia globale, ma corregge al rialzo quelle del nostro Paese: +6,3% quest’anno e +4,6% nel 2022.

Le incognite Omicron e inflazione

Il rimbalzo dell’Italia.

(La Repubblica)

La notizia riportata su altri media

La sentenza dell’Ocse è netta: "Il problema. di Claudia Marin. ROMA. Italia locomotiva della ripresa, europea e mondiale, che chiude il 2021 con una crescita Pil del 6,3 per cento. Crescita che, è vero, è dovuta anche al rimbalzo post–Covid, condizione che però tutto il mondo ha attraversato. (Quotidiano.net)

Le altre stime dell’Ocse. Per quanto riguarda le altre stime dell’Ocse, l’Organizzazione ha previsto un leggero rallentamento rispetto ai numeri di settembre. Numeri che, come abbiamo detto anche per quanto riguarda l’Italia, possono essere riviste in queste ultime settimane (News Mondo)

Ad alimentare la fiducia circa la crescita dell’Italia contribuiscono maggiormente l’attuazione del Pnrr come volano per le riforme e gli investimenti pubblici, così come il turismo, comparto che grazie alla diffusione dei vaccini dovrebbe anch’esso segnare una lenta ripresa in coincidenza delle festività natalizie. (Tag24 - Radio Cusano Campus)

L'Ocse ha pubblicato l'1 dicembre 2021 il rapporto sulle previsioni relative all'economia globale con parecchie buone notizie per l'Italia. Per gli Usa la stima 2021 è +5,6%, per la Cina 8,1% (TIMgate)

È questo il messaggio principale del nuovo economic outlook «cautamente ottimistico» dell'Ocse, presentato ieri a Parigi dalla capo economista Laurence Boone. Secondo le previsioni dell'organizzazione internazionale, dopo un rimbalzo del 5,6% quest'anno (5,7% nella stima precedente), la crescita globale annua del pil. (Milano Finanza)

Previsioni migliori invece per il Pil dell'Eurozona che crescerà del 5,2% quest'anno (+4,3% a maggio), del 4,3% nel 2022 e del 2,5% nel 2023 Stessa tendenza nella zona euro, dove il Pil passerà dal 4,3% del 2022 al 2,5% del 2023. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr