Finisce l'anno della dad

Finisce l'anno della dad
RovigoInDiretta.it INTERNO

Per tutti gli altri, l’augurio e la speranza è quella di ritrovarsi finalmente tutti in classe a settembre, per un nuovo anno scolastico che possa svolgersi regolarmente.

Con l’incubo del coronavirus finalmente alle spalle

’ stato un anno scolastico davvero particolare, fondato in gran parte sullo smart working e vissuto, dai ragazzi, al chiuso delle proprie case, davanti al monitor della didattica a distanza. (RovigoInDiretta.it)

La notizia riportata su altre testate

Il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, insegnanti e genitori hanno organizzato una vera e propria non-stop di protesta, con laboratori didattici all’aperto, musica, canti e molto altro. (Tecnica della Scuola)

E a seguire, dalla prossima settimana, in tutta Italia. Per un quarto degli studenti di terza media da lunedì 7 partiranno, nelle scuole in cui si sono concluse le lezioni, anche gli esami, il cui calendario viene deciso dagli istituti in piena autonomia. (ekuonews.it)

Nella intervista che riportiamo, Luisella Vigliecca ci racconta che quest’anno insegna in una classe seconda, ma sa già che il prossimo anno dovrà cambiare classe; può darsi che incontrerà di nuovo i suoi alunni in classe quarta o forse in quinta. (Tecnica della Scuola)

Rimini. "Allarme feste", ultimo giorno in Dad per due scuole

L’Istituto Comprensivo “DD1-Cavour” di Marcianise, guidato dal Dirigente Scolastico Prof. Aldo Improta, è da anni proiettato verso una dimensione europea grazie alla partecipazione ai Progetti Etwinning, un programma della Commissione Europea che consente agli insegnanti (Caffè Procope)

Il Governo pare abbia investito 1 miliardo di sterline per proporre 6 milioni di corsi di recupero da 15 ore ciascuno. Un piano complessivo, dunque, da 1,4 miliardi di sterline, cui si aggiungono 1,7 miliardi già stanziati. (Tecnica della Scuola)

Il principio, in questo periodo di pandemia, è che fosse meglio evitare i festeggiamenti piuttosto che dover assistere a situazioni potenzialmente pericolose» La decisione della dirigente scolastica è stata comunque presa d’accordo con tutto lo staff della scuola e confrontandosi anche con altri istituti. (Corriere Romagna)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr