Il caso di Saman Abbas non c’entra con l’islam

Il caso di Saman Abbas non c’entra con l’islam
Più informazioni:
Rolling Stone Italia INTERNO

Saman è nella sua cameretta e messaggia con il fidanzato dal cellulare rubato alla madre.

Ad occuparsi materialmente di uccidere Saman sarebbe stato lo zio Danish, che probabilmente la strangola prima di nasconderne il corpo.

“Parlare di questo crimine associandolo unicamente all’origine, alla nazionalità e alla fede della famiglia sarebbe un gravissimo errore

Un delitto d’onore, come quelli che anche in Italia accettavamo con pene meno severe fino all’inizio degli anni Ottanta. (Rolling Stone Italia)

Ne parlano anche altre fonti

«Lei era musulmana, ma non si comportava come tale. Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. (La Stampa)

Alcune persone usano l’islam come una scusa, ma agiscono in modo arbitrario. Wissal Houbabi è attivista femminista intersezionale. (Il Manifesto)

Una "cartina dell'Islam" con 623 indirizzi di persone, associazioni, moschee elaborata dall'Università di Vienna e presentata con le fanfare dal governo Kurz, è diventata nelle mani di neonazisti e identitari un'occasione ghiottissima per campagne diffamatorie e persecuzioni razziste. (la Repubblica)

Wissal Houbabi: «Il problema non è l'islam e l'occidente non è la soluzione» | il manifesto

Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. il quotidiano e. gli allegati in digitale Sei già abbonato? Davanti all’azienda agricola di famiglia specializzata in meloni e cocomeri, le parole di Rosanna Bartali sembrano adesso il riassunto esatto di questa tragedia. (La Stampa)

«Tutti - dice Napoli, che è tornata nella sua Battipaglia per presentare l’ultimo libro, “ Il vestito azzurro. (Corriere del Mezzogiorno)

"I pachistani devono sentire l’Italia come ‘casa dell’amico’ e non come una ‘casa d’altri’, dove lavorare e basta" Siamo orgogliosi del nostro mix in casa, abbiamo libri e testi sacri in urdu e in italiano". (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr