La donna uccisa a Genova si era pagata funerale: "Un presagio, temeva per la sua vita"

La donna uccisa a Genova si era pagata funerale: Un presagio, temeva per la sua vita
Altri dettagli:
Gazzetta del Sud INTERNO

Lei aveva denunciato solo una volta un danneggiamento e aveva detto di avere dei sospetti sull'ex

Renato ha aspettato che venisse sera e che se ne andasse il ragazzo dal negozio», ha detto una delle commercianti vicine di negozio.

E due settimane fa, secondo quanto raccontato dal commesso che ogni tanto la aiutava, la donna si era pagata il funerale per evitare di pesare sull'anziano padre e sul figlio disabile. (Gazzetta del Sud)

La notizia riportata su altri media

Lui è stato dipendente qui prima di me. "Ho lavorato per 8 mesi nel negozio, fino a ieri, quando ho finito il turno verso le 16.20 e sono andato a casa. (Primocanale)

58/1988Coordinamento e direzione a cura di P.T.V. :06146120156 (Primocanale)

lara Ceccarelli, 69 anni, uccisa dall'ex compagno sabato sera all'interno del suo negozio di pantofole in centro a Genova, si era già pagata il proprio funerale. «Non risultano però denunce a suo carico o altri procedimenti» ha detto il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi. (Corriere della Sera)

"Due settimane fa si è pagata il funerale": il retroscena choc sul femminicidio di Genova

Molte colleghe della donna uccisa raccontano di denunce presentate da Clara per supportare il fatto che quello della cinquantanovenne è stato un omicidio annunciato. Che Renato Scapusi fosse molesto non è un mistero, ma dire che l'artigiano fosse anche pericoloso anche molti commercianti della zona lo escludono. (Primocanale)

Clara Ceccarelli, la donna uccisa a Genova all’interno del negozio di scarpe che gestiva, si era già pagata il funerale da sola. L’uomo, di 10 anni più giovane rispetto a Clara Ceccarelli, da allora aveva cominciato a sottoporre lei a pesanti episodi di stalking. (ultimaparola.com)

Forse aveva capito che sarebbe finita male ", ha detto il ragazzo che di tanto in tanto aiutava la donna a gestire i clienti Ma tra i tanti retroscena di questa triste vicenda ce n'è uno agghiacciante raccontato dal commesso saltuario del negozio di calzature di Clara Ceccarelli. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr