Vaccini Covid. A Milano inaugurato il primo hub aziendale da 1.000 dosi al giorno

Vaccini Covid. A Milano inaugurato il primo hub aziendale da 1.000 dosi al giorno
Quotidiano Sanità INTERNO

Alle dosi attuali, ovvero mantenendo le 100.000 somministrazioni al giorno, arriveremmo al 30 luglio a una dose per ogni cittadino lombardo.

Un centro dalla capacità di 1.000 vaccini al giorno, come quello che sarà allestito in via dei Missaglia, sempre nel capoluogo lombardo.

A Milano inaugurato il primo hub aziendale da 1.000 dosi al giorno. “Oggi siamo partiti con UniSalute in settimana si aggiungeranno Pirelli, Mediaset, Amazon, 3M e Campari, ovvero le prime aziende ad aver aderito a questa campagna”, ha annunciato Moratti (Quotidiano Sanità)

Ne parlano anche altre testate

Così la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, ospite di ‘Mattino Cinque’ su Canale 5. E poi si va verso un’apertura in sicurezza delle scuole, con la possibilità di tornare in presenza. (Cremonaoggi)

Insieme ai medici di medicina generale, le farmacie sono quelle che colmano l’ultimo miglio della campagna vaccinale”. Abbiamo chiesto al governo di avere indicazioni per non farci trovare impreparati. (LaPresse)

«Se ci saranno come pare, dei possibili richiami con la somministrazione della terza dose, le farmacie avranno un ruolo rilevante in questo passaggio - ha aggiunto - «Domani la Lombardia supererà 7 milioni di dosi somministrate, mentre ci si avvicina alle 700mila somministrazioni alla settimana con un incremento del +6,93% sulla precedente. (L'Eco di Bergamo)

Ancora attesa per vaccinare contro il covid i migranti irregolari

I vaccini offerti sono tutti sicuri perché hanno ottenuto il vaglio dell'Ema e dell'Aifa e i medici sono molto bravi a spiegare", ha detto. Ospite a 'Mattino Cinque', l'assessore al Welfare e vicepresidente della Regione Lombardia Letizia Moratti ha commentato gli ultimi dati legati alla campagna vaccinale. (IL GIORNO)

Bisogna continuare ad avere responsabilità individuale, ma sono certa che anche con la paura di tornare a periodo chiusura tutti saranno prudenti", ha concluso Così la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, ospite di ‘Mattino Cinque’ su Canale 5. (Adnkronos)

In ogni caso i codici Stp ed Eni non sono riconosciuti dalla piattaforma informatica di Poste, che gestisce le prenotazioni per le vaccinazioni anti covid Il pasticcio dei codici Stp ed Eni. Usuelli, nella sua interrogazione, aveva anche invitato le Ats ad attivarsi per attribuire il codice Stp ("straniero temporaneamente presente"), attualmente assegnato solo dai reparti di pronto soccorso, e il codice Eni, che ancora in Lombardia non sarebbe garantito. (MilanoToday.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr