Ci può essere libertà nella malattia d’Alzheimer?

Ci può essere libertà nella malattia d’Alzheimer?
COOPERATIVA RADIO BRUNO srl SALUTE

Ci può essere libertà nella malattia?

Un uomo comunque capace di sentirsi libero, nella malattia, di reinventarsi ogni giorno con una storia nuova e libero da quei ricordi che avrebbe voluto dimenticare

Più volte mi sono domandato cosa potesse esserci di positivo, per così dire, in una patologia tanto invalidante.

L’attore e drammaturgo carpigiano Davide Bulgarelli, in occasione del FestivalFilosofia, porta in scena il 17 settembre, alle 21, presso la sede dell’Università per la Terza Età di Modena, in via Cardinal Morone, 35, Libero di dimenticare - Diario d’Alzheimer. (COOPERATIVA RADIO BRUNO srl)

Ne parlano anche altre testate

Venerdì 24 settembre è in programma un webinar (dalle ore 14 alle 18) dal titolo ‘La gestione della demenza a domicilio’ Durante tutta la settimana sono in programma diverse iniziative in collaborazione con i Comuni, le Unioni dei Comuni e con le tante associazioni attive sul nostro territorio. (Tvqui)

"La nostra ricerca mostra che questi depositi di proteine tossiche molto probabilmente vengono diffuse nel cervello da particelle nel sangue portatrici di grasso, le lipoproteine. (Giornale di Sicilia)

Giuliano Centioni presidente Apsp Ircr Macerata dichiara: «La pandemia ha messo in luce l’immagine delle persone che sono rimaste isolate e non sapevano dove aggrapparsi. Le tre giornate mettono alla luce una realtà importante che coinvolge moltissime persone. (Cronache Maceratesi)

Macerata e l'Alzheimer, tre giorni dedicati

I colloqui con la psicologa a cui può prendere parte il caregiver principale. La prima, dal 16 al 23 settembre alla Galleria Borgo Faxhall: “Tanti ricordi svaniscono”, la mostra di gigantografie tratte dal libro “Visione parziale” di Cary Smith Henderson, diario e prima testimonianza diretta di un malato di Alzheimer. (Libertà)

C'è il patrocinio di Ausl Romagna e dei Comuni di Cesena, Cesenatico, Bagno di Romagna, Sarsina, Mercato Saraceno (CesenaToday)

Sono certo che questi tre giorni di appuntamenti, incontri e confronti ci permetteranno di guardare all’altro con un occhio più attento e ci daranno anche l’occasione di compiere un viaggio interiore durante il quale capiremo che è importante riscoprirsi comunità”. (Vivere Macerata)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr