Iran, accordo temporaneo tra Aiea e autorità per controlli nei siti di nucleari

Iran, accordo temporaneo tra Aiea e autorità per controlli nei siti di nucleari
Altri dettagli:
TG La7 ESTERI

Non potranno però realizzare ispezioni a sorpresa, come accadeva prima

esteri. Gli ispettori dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica potranno accedere alle zone di stoccaccio e sviluppo nucleare ma solo per tre mesi.

(TG La7)

Se ne è parlato anche su altri media

- Il viceministro degli Esteri Abbas Araghchi punta a far rimuovere le limitazioni per il settore petrolifero per dare respiro all’economia - L’alto funzionario del Ministero degli Esteri iraniano Abbas Araghchi, viceministro degli Affari Esteri per gli affari politici, ha dichiarato all’interno di un’intervista all’agenzia di stampa statale IRNA che gli Stati Uniti debbano rimuovere le proprie sanzioni sul settore petrolifero di Teheran prima che possano iniziare i colloqui per riportare in vita l’accordo sul nucleare. (Energia Oltre)

E così, le autorità iraniane chiedono solo “azioni concrete” da parte degli Stati Uniti. Come se non bastasse, il 15 febbraio scorso, è stata attaccata una base, usata dalla coalizione guidata dagli Stati Uniti, a Erbil, nel Nord dell’Iraq. (L'HuffPost)

. – ROMA, 23 FEB – Sono entrate in vigore in Iran le restrizioni alle attività ispettive dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea). (Libertà)

L'altolà dell'Iran a Biden: "Avanti sui limiti alle ispezioni"

Terrorizzati da un Iran capace di riarmarsi anche solo con missili e armi convenzionali questi paesi premono in maniera poderosa sugli Stati Uniti La missione a Teheran di Grossi è arrivata in un momento cruciale per la ripresa di negoziato fra Iran e Stati Uniti sul nucleare. (la Repubblica)

Thursday's steps, while largely symbolic, begin the process of ending ". Lo ha detto oggi la Guida suprema della .Lo ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova (Zazoom Blog)

Più in generale, l'Iran non cambia linea e insiste: gli Stati Uniti devono prima revocare le sanzioni se vogliono sedersi a un tavolo per il recupero dell'accordo del 2015. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr