Peste suina, è allerta sui Colli Euganei invasi dai cinghiali: la situazione

Peste suina, è allerta sui Colli Euganei invasi dai cinghiali: la situazione
TgPadova INTERNO

I più esposti, ricorda Coldiretti Padova, sono gli allevamenti suini presenti nella nostra provincia.

La Peste Suina Africana può colpire cinghiali e maiali ed è altamente contagiosa e spesso letale per questi animali, ma non è, invece, trasmissibile agli esseri umani.

Un motivo in più per proseguire sull’azione di contenimento dei cinghiali in tutta la provincia, nell’area Parco Colli Euganei come nelle altre zone, a partire dalla Bassa Padovana fra Ospedaletto, Este e Granze

In primo luogo ovviamente i cinghiali, che sui nostri Colli Euganei costituiscono una seria minaccia proprio per la loro massiccia diffusione. (TgPadova)

Ne parlano anche altri giornali

Coldiretti ravvisa inoltre la necessità di avviare iniziative comuni a livello europeo perché è dalla fragilità dei confini naturali del nostro Paese che dipende l’elevato rischio di un afflusso non controllato di esemplari portatori di peste Animali che infettandosi possono trasmettere la malattia anche negli allevamenti suini. (VeronaSera)

Limitazioni alla caccia anche nelle provincie limitrofe. Il Ministero della Salute ha dato disposizione anche alle regioni limitrofe alla zona infetta di mettere in atto una serie di misure per evitare il diffondersi della PSA, tra cui ci sono anche delle limitazioni all’attività venatoria. (IoCaccio.it)

Tra i comuni in “zona infetta” ci sono 78 paesi del Piemonte e 36 della Liguria. Cos’è la peste suina africana e quali rischi ci sono. Nella nota della Regione Piemonte viene spiegato anche cos’è la peste suina africana, cosa comporta la sua presenza sul territorio italiano e quali rischi ci sono (inItalia)

Alessandria, vietata la caccia - Il piccolo

Lo comunica la Regione Piemonte. Serve la collaborazione di tutti gli operatori del settore per offrire la massima protezione alla filiera produttiva del comparto suinicolo” (La Provincia di Biella)

Se il contagio dovesse allargarsi insomma, sottolinea Campostrini, ci sarebbe sicuramente “un impatto sul prezzo della carne” a livello nazionale. Peste suina africana, l’allevatore: “Alzato il livello d’allerta anche in Trentino, virus imprevedibile”. (il Dolomiti)

Niente caccia nell'intera provincia di Alessandria. Peste suina,. i paesi coinvolti In provincia di Alessandria si allarga la "zona infetta". (Il Piccolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr