"Stop al razzismo", il Valencia si schiera con Diakhaby

Stop al razzismo, il Valencia si schiera con Diakhaby
Altri dettagli:
Tuttosport SPORT

Dopo l'episodio di razzismo di ieri durante la sfida con il Cadice, il club spagnolo ha pubblicato sui propri profili social una foto dell'intera squadra con le mani protese in avanti ed un chiaro messaggio: "Stop al razzismo".

(SPAGNA) - Il Valencia si schiera al fianco di Mouctar Diakhaby .

Diakhaby e gli insulti razzisti durante la gara con il Cadice. Durante la sfida tra Cadice e Valencia, Diakhaby ha lasciato il campo, denunciando delle frasi razziste a lui rivolte dal calciatore del Cadice Juan Cala. (Tuttosport)

La notizia riportata su altre testate

Se c’è un giocatore del Cadice che ha detto che sarei andato a chiedere scusa, lascerò il calcio. Non ho mai detto ne**o di merda. (Corriere dello Sport.it)

Il difensore dei Murcielgaos, Mouctar Diakhaby, ha abbandonato il campo dopo uno scontro verbale con Cala a causa di presunti insulti razzisti. Il presunto episodio di razzismo in Cadice Valencia ha scosso di nuovo il mondo del calcio: Keita Balde si schiera con Diakhaby – . (Sampdoria News 24)

No al razzismo", recita il tweet del Valencia. "La squadra si è riunita e ha deciso di tornare in campo per difendere i nostri colori e il nostro simbolo, ma il Valencia CF condanna fermamente il razzismo in tutte le sue forme. (QUOTIDIANO.NET)

Caso Diakhaby-Cala, scambio di accuse tra Valencia e Cadice

Il fischietto ha incluso nel suo report le parole razziste riportategli da Diakhaby, aggiungendo però che nessun componente della squadra arbitrale le ha sentite Il difensore del Cadice, che avrebbe rivolto un insulto razzista al giocatore del Valencia, parlerà martedì in conferenza stampa. (La Gazzetta dello Sport)

Presunto episodio di razzismo in Cadice-Valencia: Diakhaby abbandona il campo alla fine del primo tempo – VIDEO. Presunto caso di razzismo durante Cadice-Valencia. L’arbitro ha provato a calmare le acque con due cartellini gialli, ma Diakhaby ha letteralmente perso il controllo ed è poi uscito dal campo, seguito dai compagni di squadra. (Cagliari News 24)

Il difensore del Valencia s'infuria per qualcosa che gli ha detto l'avversario, lo rivela ai compagni che decidono di accompagnarlo fuori dal campo. "O se l'è inventato, o ha capito male", dice Cala (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr