Imperia: musulmani in festa per la fine del Ramadan, in 300 alla Rabina. "Applicate tutte le misure anti Covid" / Foto e video

IMPERIAPOST IMPERIAPOST (Esteri)

Auguro a tutti i musulmani una buona festa e ai non musulmani una buona giornata, sperando che Dio ci liberi da questa pandemia.

Al fine di garantire il rispetto delle norme di sicurezza nell’ambito del contenimento del contagio da Coronavirus, l’ingresso all’anfiteatro è stato contingentato.

La notizia riportata su altri giornali

La settimana scorsa l'istituzione, che ha sede al Cairo, ha emanato una fatwa, un editto vincolante, esortando i fedeli a pregare in casa nella festa di Eid. I musulmani osservanti in Medio Oriente oggi hanno dovuto pregare in casa, all'inizio della festa di Eid al-Fitr, a causa della chiusura delle moschee decisa per prevenire la diffusione del coronavirus Sars-Cov-2. (La Stampa)

Al Parco Alessandrino file composte, termoscan e un’attenta sanificazione prima dell’inizio delle celebrazioni islamiche. (Corriere TV)

(foto: i volontari del centro islamico sono impegnati anche a supportare che nel periodo dell’emergenza coronavirus si trova in difficoltà). 23052020 (ilSaronno)

L'aspetto religioso è ben salvaguardato dai due giocatori, che - come è possibile evincere dai propri social - credono fermamente nella loro fede anche nell'incrementare il proprio tasso motivazionale. (Tutto Juve)

In italiano è traducibile come "Buona festa". Nella religione islamica si tratta di un messaggio di buon augurio e si usa per celebrare la fine del periodo del Ramadam, dopo la preghiera finale ad Allah. (Tuttosport)

L’emergenza coronavirus, infatti, non ha permesso di rinnovare l’iniziativa sotto la tettoia di Parco Dora che ogni anno ha accolto migliaia di musulmani ma non per questo hanno deciso di rinunciare.Le porte in via La Salle sono rimaste aperte dalle 7 alle 11,un arco di tempo che ha permesso di far accedere in turni da circa 160 persone i fedeli che aspettavano ordinati in coda, anche con l’aiuto delle forze dell’ordine che hanno controllato, snodandosi in corso Giulio Cesare e anche all’interno massima attenzione per il rispetto delle distanze. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr